Editoriale

Missionari come maestri

Proponiamo l'intervento di don Michele Casula, parroco di Dorgali. Ricorrono il 20 febbraio i 25 anni dalla morte di padre Sebastiano Fancello, missionario di Dorgali spirato a La Paz, in Bolivia, nel 1993 e da tutti ricordato come il “gigante in carrozzella”. Guardando le sue fotografie nei giorni scorsi, le immagini si sono sovrapposte a quelle di don Diego Calvisi, spentosi a Oran, in Argentina, a 97 anni. Due figure quasi mitiche, venerati come santi, sepolti entrambi nella loro terra di missione, morti più o meno nello stesso periodo seppure a distanza di cinque lustri che comunque riassumono l’impegno della nostra Chiesa diocesana. Per i tantissimi che hanno avuto la possibilità di conoscerlo, padre Fancello rimane una figura straordinaria che si inserisce in quella lunga schiera di uomini e donne della nostra Chiesa locale capaci di vivere e testimoniare un cristianesimo autentico e rappresentare per noi un forte punto di riferimento. Ne ricordo alcuni, fra i tanti che [.. Continua]



Attualità

Cammino francescano in 14 tappe

Cammino francescano in 14 tappe

Il convento di Fonni dei Frati Minori Osservanti è una delle quattordici  tappe in Sardegna, l’unica della provincia di Nuoro, del percorso tra spiritualità, accoglienza e “turismo le [.. Continua]