Editoriale

Anche con i numeri Conte resta comunque in bilico

Mentre andiamo in stampa non è per nulla chiaro il destino del governo Conte-bis. Pare che tutto dipenderà dai cosiddetti “responsabili”, “costruttori”, “traghettatori”, “volenterosi”, neologismi che nobilitano quelli che la sinistra e i Cinquestelle fino ad ieri definivano “traditori”, “venduti”, “impresentabili”. Cambiano le stagioni del potere e con esse anche il linguaggio. In tanta confusione, una cosa pare essere certa: non ci saranno elezioni anticipate. Non perché non si possano fare o siano evento assurdo: più semplicemente perché i parlamentari sono diventati patelle attaccate allo scoglio. Con il taglio dei posti nella Camera e nel Senato, due terzi degli attuali rappresentanti del popolo sa di non poter tornare sulla poltrona occupata oggi. E i partiti al governo sanno che le urne sarebbero per loro ferali. La politica è l’arte del possibile e anche del compromesso impossibile ma i nodi, prima o poi, arrivano al pettine. Le ultime elez [.. Continua]



Attualità

Il servizio postale è un diritto

Il servizio postale è un diritto

Emergenza quotidiana con vittime tutti i cittadini. Chiediamo l’apertura di un tavolo con tutti i soggetti istituzionali per risolvere il problema. Il testo dell'appello: Ecc. Pref [.. Continua]


Nuoro

A proposito di 5G

A proposito di 5G

Con una lunga e dettagliata nota il Comitato nuorese contro l'Elettrosmog chiede all'amministrazione comunale vigilanza, coinvolgimento e informazione dei cittadini sull'utilizzo in città d [.. Continua]


Focus

L'incubo dei cittadini comuni

La burocrazia è più insidiosa del virus e da sempre rappresenta un groviglio inestricabile che riguarda tutto e tutti, l’anaconda. Parlarne può sembrare inutile e futile almeno non si c [.. Continua]




Focus

Attenti all'orco

Il nostro focus dedicato a due temi molto delicati. Da una parte la lotta di don Fortunato Di Noto e della sua Associazione Meter contro la pedofilia e pedopornografia, dall'altra il combatt [.. Continua]