Un servizio gratuito di supporto psicologico

La diocesi, attraverso la Caritas, ha attivato un servizio gratuito di supporto psicologico rivolto in particolare ai giovani ma anche ai bambini, alle famiglie e alle vittime di abuso.
Il contesto nuorese, come più volte denunciato dal nostro settimanale, è investito da una crisi economica e sociale oltre che educativa, pesantemente aggravata dalla pandemia. Crescono l’abbandono scolastico, l’uso di alcol e stupefacenti, la violenza di genere, i suicidi e le patologie psicologiche conclamate. Vengono meno, al contempo, il dialogo, l’ascolto, il sostegno reciproco, lasciando cadere soprattutto i giovani e più fragili in un individualismo esasperato a cui si aggiunge la vulnerabilità resa manifesta dal Covid.
Queste criticità sono aggravate dal contesto carente dal punto di vista del supporto psicologico in termini di ascolto e sostegno all’anima ma anche dalla mancanza di accesso ai servizi territoriali in maniera continuativa dovuta anche a motivi economici. Qui si inserisce il progetto che intende sanare la frattura fra coloro che possono economicamente accedere al servizio privato e le ridotte possibilità di essere accolti dai servizi territoriali.
Il servizio di sostegno psicologico e di psicoterapia – che sarà prestato da due psicologhe – è nato con questi obiettivi: l’ascolto e terapia rivolta ai giovani nelle diverse criticità di cui sono investiti; sostegno e terapia alle famiglie e alle loro difficoltà; colloqui finalizzati all’ascolto e alla comprensione individuale e sistemica, con particolare attenzione alle conseguenze dovute al covid19; sostegno ed assistenza di genere rivolto a donne in difficoltà; sostegno e terapia rivolto ai vari tipi di traumi psicologici compresi i traumi derivanti dall’abuso; collaborazione formativa e costruttiva con le principali agenzie di formazione.
Chi lo desidera può contattare il numero riservato 338 2592595.

© riproduzione riservata