BiblioSattaPride al via

Ieri, lunedì 27 settembre, è iniziato il BiblioSattaPride, evento di sei giorni organizzato dal Consorzio per la pubblica lettura “Sebastiano Satta” che ha in programma mostre, laboratori per bambini, visite guidate, incontri, musica.
La prima giornata della manifestazione si è conclusa con un bilancio nettamente positivo: circa 200 persone hanno partecipato agli eventi che si sono svolti tra mattina e sera.
Partenza alle ore 9:30 con il laboratorio “Il furto dell’uva” di Bruno Marongiu, dedicato ai bambini di una classe prima della Scuola primaria “Ferdinando Podda”. Il laboratorio è stato ispirato dal romanzo autobiografico “Cosima” scritto da Grazia Deledda, ed è stato organizzato dalla Cooperativa per i servizi bibliotecari di Nuoro nell’ambito del progetto “Itinerari deleddiani 2.0”. Quest’ultimo è finanziato con fondi regionali ed europei. L’attività ha avuto luogo davanti al Bibliobus che, per tutta la settimana del BiblioSattaPride, sosterà in piazza Asproni di fronte alla sezione Sardegna della Biblioteca.
Il secondo appuntamento della mattinata ha visto come scenario il giardino della sezione Sardegna e, come protagonisti, la compagnia Teatro T. Gli spettatori, circa 40 bambini provenienti dalle classi quinte della Scuola primaria Podda, hanno assistito alla lettura-spettacolo “Compleanno da paura”, curata dalla Cooperativa per i servizi bibliotecari attraverso “Itinerari deleddiani 2.0”; la lettura è tratta dal racconto di Grazia Deledda “Una terribile notte”.
Nel pomeriggio si è svolta l’inaugurazione informale delle quattro mostre che caratterizzano BiblioSattaPride:
·      la mostra delle illustrazioni della prima edizione (1930) del “Dono di Natale” di Grazia Deledda, illustrata da Giulio Rosso (a cura della Cooperativa per i servizi bibliotecari);
·      la mostra delle illustrazioni dell’edizione Mondadori (1956) del “Dono di Natale”, illustrata da Vittorio Accornero (a cura della Cooperativa);
·      la mostra dei manifesti delle attività del Consorzio con una sezione dedicata agli eventi deleddiani;
·      e la mostra delle tavole originali di Claudia Piras dell’edizione per ragazzi del “Dono di Natale” (Imago Multimedia, 2020), a cura della galleria espositiva Mancaspazio.
Proprio a partire da quest’ultima serie di illustrazioni, dalle 17:00 nell’Auditorium della biblioteca si è sviluppato un dialogo tra Chiara Manca (curatrice di Mancaspazio), Claudia Piras (illustratrice) e Franca Carboni (scrittrice), con il coordinamento di Tiziana Contu del Consorzio Satta.
La serata si è conclusa con una replica della lettura-spettacolo “Compleanno da paura”, a cui hanno potuto partecipare un centinaio di persone.
A questa prima giornata oggi ne segue un’altra con un programma ugualmente suggestivo:
·      la mattina piazza Satta si colora con tre laboratori per i bambini della Scuola materna “Guiso Gallisai”. Il primo è incentrato sugli obiettivi dell’Agenda 2030 e ha come protagonista il gioco da terra “Go Goals!”; il secondo è un laboratorio di fotografia a cura di Sergio Flore del Museo Nivola di Orani; il terzo è una replica del laboratorio “Il furto dell’uva”.
·      dalle 17:00 il festival ritorna nell’auditorium della biblioteca con un incontro sul tema “Musei, biblioteche e archivi: esperienze nel distretto culturale nuorese” con Paolo Piquereddu, commissario regionale del Consorzio Satta e coordinatore Icom (International Council of Museums) Sardegna, Agostino Cicalò, presidente del Distretto Culturale del Nuorese, Antonella Camarda, direttrice del Museo Nivola di Orani, Stefano Giuliani, responsabile del Museo Archeologico Nazionale “Giorgio Asproni” di Nuoro, Pasquale Mascia, direttore del Consorzio e della biblioteca Satta, Marcello Mele, direttore generale dell’ISRE (Istituto Superiore Regionale Etnografico), Mario Paffi, direttore del Museo delle Maschere Mediterranee di Mamoiada e Michela Poddigue, direttrice dell’Archivio di Stato di Nuoro.
L’evento serale sarà anche trasmesso in streaming nella pagina Facebook della biblioteca Satta. Per accedere all’evento in presenza è necessario prenotarsi al numero 0784 244500 e presentare il green pass al momento dell’ingresso in sala.

© riproduzione riservata

Nella foto: Un momento del laboratorio “Il-furto dell’uva” a cura della Cooperativa per i servizi bibliotecari