Il velista Gaetano Mura si racconta a teatro

Gaetano Mura, il velista di Cala Gonone che dopo 65 giorni, 6 ore e 38 minuti di navigazione, ha dovuto interrompere per un guasto tecnico alla sua barca, il tentativo di battere il record del giro del mondo in solitario senza scalo e senza assistenza, porta in teatro le sue sensazioni vissute dalla partenza da Gibilterra fino a Perth in Australia, dove si è dovuto fermare lo scorso 31 dicembre. La performance dal titolo “Gaetano Mura Solo. Il navigatore solitario si racconta” andrà in scena domenica 26 marzo a partire dalle 19 (ingresso gratuito) al teatro Massimo di Cagliari per iniziativa dell’associazione Chourmo/Marina Cafè Noir, Sardegna Teatro. Il racconto dell’impresa di Gaetano Mura sarà arricchito dal dub elettronico del musicista Arrogalla e dalle letture dai diari di bordo del navigatore da parte dell’attore Marco Spiga, inserite in a un progetto sonoro originale e innovativo, ideato dal velista ed elaborato a partire dalle registrazioni audio in oceano e montato dal sound designer Stefano Guzzetti per la regia di Gianfranco Mura. Onde giganti, la danza degli albatros negli oceani del sud, la vita quotidiana negli stretti spazi della barca emergono nel filmato, registrato in condizioni estreme e montato da Giovanna Fancello e Giuseppe Boeddu. Una serata ricca di contaminazioni di linguaggi per l’ocean racer che si confronterà davanti al pubblico con il giornalista Giovanni Maria Bellu ripercorrendo sensazioni ed emozioni vissute negli ambienti più inospitali del pianeta. Sul palco di questo viaggio nel viaggio il team che ha sostenuto il navigatore nei mesi in mare: il cardiologo Maurizio Porcu che con il direttore generale Graziella Pintus rappresenterà l’ospedale “Brotzu” di Cagliari che con i suoi ricercatori ha monitorato lo sforzo estremo di Mura. Una ricerca lavoro portata avanti anche dall’Università di Cagliari con il “Labfs” (laboratorio di fisiologia degli sport) coordinato da Antonio Crisafulli e rappresentato al Teatro Massimo dalla specialista in alimentazione Giovanna Ghiani. In scena anche il preparatore atletico Marco Caboi, il preparatore della barca Andrea Cabras alias “Gatto”, il responsabile dei sistemi informatici e telecomunicazione Andrea Fois, il giornalista di Rai 2 Luca Rosini autore del documentario “In viaggio con Gaetano” e il giornalista Gian Basilio Nieddu che da anni cura l’ufficio stampa e i social del velista di Dorgali.

© riproduzione riservata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn