Come uscire dall’emergenza, le ordinanze dei sindaci

Arrivano paese per paese le singole ordinanze dei sindaci per regolare la prima fase dell’uscita dall’emergenza coronavirus anche se la vera sfida si giocherà quando si tratterà di regolate l’attività di barbieri, estetiste, parrucchiere bar, ristoranti, agriturismi, alberghi e B&B. Intanto, come tanti suoi colleghi, anche il primo cittadino di Nuoro Andrea Soddu ha disposto a partire da oggi 5 maggio la riapertura del cimitero comunale che osserverà i consueti orari di accesso, da lunedì a domenica. I visitatori dovranno obbligatoriamente indossare le mascherine e mantenere una distanza di sicurezza di almeno un metro l’uno dall’altro, anche se parenti tra loro, fatta eccezione per i nuclei familiari conviventi e nei casi in cui sia necessaria l’assistenza di un accompagnatore. È consentita la sola visita alla tomba dei propri cari con possibilità di spostamenti all’interno dell’area legati esclusivamente al ricambio dell’acqua per i fiori e per lo smaltimento di rifiuti. I servizi igienici saranno chiusi al pubblico. La stessa ordinanza contiene anche disposizioni in materia di parchi e giardini pubblici e la disciplina per i locali dove siano presenti distributori automatici di alimenti e bevande. L’accesso a parchi e giardini, con l’obbligo di indossare la mascherina, è consentito dalle 8 alle 20, a condizione che non si creino assembramenti e che siano comunque rispettate le distanze di sicurezza di almeno un metro. Riguardo ai distributori automatici vengono applicate le norme relative agli esercizi commerciali, ossia apertura dalle 8 alle 21, obbligo di indossare la mascherina e ingressi contingentati per garantire una distanza di almeno due metri tra i clienti. I gestori devono affiggere all’interno dei locali una locandina che riporti gli accorgimenti igienico-sanitari da osservare per il contenimento del Covid-19, mettere a disposizione dei clienti soluzioni idroalcoliche per la disinfezione delle mani e monitorare gli ambienti  al fine di evitare assembramenti. Tutte le disposizioni contenute nell’ordinanza hanno validità fino al 17 maggio.