“Urania d’agosto”, stasera al Ten

Il TEN potenzia la sua programmazione: stasera, alle ore 21.00 in prima nazionale, verrà rappresentato ‘’Urania d’Agosto’’ di Lucia Calamaro, l’adattamento e la regia di Davide Iodice, con Maria Grazia Sughi e Michela Atzeni, prodotto dal circuito Sardegna Teatro.
La trama si snoda attraverso le vicende di un’accanita lettrice notturna di Urania ed appassionata della vita e delle opere degli astronauti: la donna, matura ed asociale, viene colta da un’estrema crisi di alienazione che la porta a confondere le cose.
La lotta interiore rappresentata, aggravata da sintomi quali l’insonnia, è il flusso caotico di una psiche tediata dall’esistenza tradotto in riscrittura scenica.
Infatti, la frattura tra il mondo interiore e quello esteriore della protagonista la condurrà verso un profondo cambiamento che interesserà la sua personalità indecisa e delusa.
Lo spettacolo, ispirato ai classici romanzi di formazione, è uno spunto di riflessione sui tempi d’oggi, che plasmano le nostre personalità in crisi esistenziali: chiamati a combattere l’inazione col fermento della fantasia, siamo trascinati nella dimensione reale, ovvero quella più forte e onnicomprensiva.
Nelle prossime settimane verranno rappresentati altri spettacoli tra i quali, dal 27 al 28 febbraio, ‘’La paura’’ di Federico De Roberto, l’adattamento e la regia di Francesco Bonomo, con Daniel Dwerryhouse.
L’indissolubile osmosi tra paura e rassegnazione vissuta dai soldati coscritti al fronte della Prima Guerra Mondiale viene tradotta in scena a partire dall’opera di De Roberto, datata 1921: la dimensione della Grande Guerra è resa ai nostri occhi, a cent’anni di distanza, attraverso la narrazione del timore di un nemico invisibile ma sempre in agguato, l’alienazione data dalla sopravvivenza in trincea e dai lunghi periodi di inazione, il trauma causato dai rumori della guerra e dall’odore della morte che travolge e distrugge tutto.

© riproduzione riservata