Un nuovo scenario ecclesiale a Lanusei e Nuoro

«La Diocesi Lanusei non è vacante, né tantomeno è stata accorpata a quella di Nuoro. Rimane autonoma con tutta la sua organizzazione, le sue strutture di servizio nel territorio e le sue finalità, prima delle quali l’annuncio del Vangelo che vede coinvolti i suoi presbiteri e diaconi, le religiose e i religiosi, i credenti impegnati in ambito parrocchiale e diocesano». È uno dei due punti  fermi che in una nota dell’Ufficio delle Comunicazioni Sociali ogliastrino (clicca qui per consultare il documento originale) ha ritenuto di dover precisare dopo i commenti e le interpretazioni seguite all’elezione di monsignor Antonello Mura a vescovo di Nuoro, rimanendo a Lanusei come Amministratore Apostolico. Il secondo punto di questo «nuovo scenario», già affrontato da monsignor Mura nella sua prima intervista rilasciata all’edizione cartacea del settimanale diocesano L’Ortobene da oggi in edicola. « L’Amministratore Apostolico  – si legge nel documento reso noto a Lanusei –  ha tutte le facoltà del vescovo diocesano. Rispetto al passato, avendo ricevuto la nomina a vescovo di Nuoro avrà il compito di servire due diocesi. Il suo servizio sarà per questo itinerante, e comporterà una verifica di quali scelte operare per non far venire meno, per entrambe le Diocesi, la sua presenza e la sua sollecitudine di pastore».

La nota dell’Ufficio delle Comunicazioni sociali della Chiesa ogliastrina ribadisce che «La Diocesi di Lanusei accoglie con soddisfazione che il suo vescovo sia stato chiamato a tale compito, e ne incoraggia – con una nuova metodologia pastorale – il cammino, affidando questa stagione ecclesiale a Dio e alla sua Provvidenza, e confidando sempre nello Spirito Santo, che mai abbandona la Chiesa e la sua storia. Contemporaneamente esprime la gioia di mantenere con lo stesso vescovo la continuità dell’impegno ecclesiale, che in questi primi cinque anni ha permesso di raggiungere significativi traguardi pastorali. Per questo – conclude il comunicato –  la sera di domenica 15 settembre, con la Santa Messa delle ore 18 nella Cattedrale di Santa Maria della Neve a Nuoro, la Diocesi di Lanusei accompagnerà con fiducia monsignor Antonello Mura in occasione dell’inizio del suo ministero episcopale nella Diocesi di Nuoro».

Dal canto suo, il vescovo eletto di Nuoro, nell’intervista al settimanale diocesano di Nuoro, a precisa domanda del nostro Franco Colomo (“Dalle prime cose lette sulla stampa, ci è parso che a Lanusei non l’abbiano presa benissimo, si sono sentiti abbandonati, come rispondere?”)  ha replicato con la sua abituale franchezza: «Capisco che possa esserci qualche interrogativo, ma alcune dichiarazioni sono andate oltre la realtà, con commenti che sembravano più costruiti da chi scriveva che da chi parlava. Questo ha forse accentuato, esasperato la stessa notizia.  Io credo che sia una buona notizia che Lanusei offra un Vescovo che ha preparato a una Chiesa sorella, anche perché non c’é nessuna sede vacante come ho visto scritto, c’é solo un Vescovo che va incoraggiato a portare avanti le due diocesi».

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn