Un Precetto Pasquale lungo 53 chilometri

L’Ufficio stampa del Comando Miitare Esercito Sardegna ha reso noto i dettagli della seconda edizione del Pellegrinaggio Militare Interforze della Sardegna che prenderà il via domenica 24 marzo dal Convento della Madonna dei Martiri di Fonni per concludersi mercoledì 27 in Cattedrale a Nuoro con tappe a Sa Itria di Gavoi, Centro di spiritualità di Galanoli (Supramonte di Orgosolo), Monte Ortobene per oltre 50 chilometri da percorre a piedi (https://www.ortobene.net/militari-pellegrini-53-chilometri/).

L’attività, che si inquadra nell’ambito delle iniziative di promozione sociale e culturale programmate dal Comando Militare Esercito Sardegna, di concerto con l’Ordinariato Militare e la XVIª Zona Pastorale Sardegna, con la collaborazione della Coldiretti Sardegna è stata organizzata con l’intento e la consapevolezza che i pellegrinaggi sono il culmine di un cammino di inclusione e di sostegno alla fragilità che si realizza nella vita di tutti i giorni. L’attività prevede la partecipazione del personale civile e militare delle Forze Armate, compresi gli uomini del Corpo Forestale regionale, dei loro familiari, nonché delle comunità locali in cui si svolgerà il pellegrinaggio. Questa sarà anche l’occasione per conoscere un ambiente interno della Sardegna di pregevoli contenuti paesaggistici e naturalistici, camminando lungo percorsi ricchi di flora e fauna locale, pregni di storia e memoria, che in passato erano appannaggio pressoché esclusivo dei pastori.

“Il Signore è il mio Pastore” sarà il tema per un cammino in suggestivi luoghi di fede, siti religiosi della Barbagia custodi di preziosi santuari, che accoglieranno i pellegrini negli antichi ricoveri oggi trasformati in “muristenes” e “cumbessias”. Il percorso spirituale si snoderà lungo circa 53 chilometri, in quattro tappe tracciate di concerto con il Corpo Regionale Forestale della Sardegna, alternando soste in caratteristici luoghi dell’entroterra sardo, paesaggi arricchiti da incantevole bellezza della natura, dai quali trarre ispirazione per introspettivi momenti di raccoglimento e preghiera, per testimonianze di fede. L’inizio è previsto con una celebrazione eucaristica che si terrà domenica 24 marzo 2019, alle ore 10, presso il Santuario di Nostra Signora dei Martiri di Fonni, mentre la conclusione avverrà mercoledì 27 marzo prossimo presso la cattedrale della Madonna della Neve a Nuoro, dove la celebrazione della Santa Messa sarà abbinata al Precetto Pasquale interforze officiato dall’arcivescovo Ordinario Militare per l’Italia monsignor Santo Marcianò e da monsignor Mosè Marcìa, vescovo di Nuoro, unitamente ai cappellani militari isolani,  alla presenza del generale Giovanni Domenico Pintus, comandante del Comando Militare Esercito Sardegna, delle più alte Autorità civili e militari dell’Isola e delle rappresentanze delle quattro Forze Armate, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, della Polizia Penitenziaria e della Guardia Forestale.

Il pellegrinaggio  al quale potranno partecipare tutti i fedeli che lo vorranno – conclude il comunicato stampa – si prefigge lo scopo di coniugare la spiritualità individuale in armonia con la bellezza del creato e costituirà l’opportunità per meglio conoscersi con le comunità locali, favorendo la conoscenza e la fiducia reciproca nell’egida della fede e nell’umiltà della fatica di semplici pellegrini.