Un nuovo murale a Orgosolo

Nei giorni 19 e 20 agosto, a Orgosolo, si è rinnovata la tradizione dei murales, con l’intervento dell’artista fiorentino Vieri Piccini. Quarant’anni, studioso e amante della storia e della cultura della Sardegna, è stato ospitato dall’hotel Sa ‘e Jana di Orgosolo che ha messo a disposizione dell’artista una parete che si affaccia su via Emilio Lussu.
È così che su una vasta superficie bianca (circa otto metri quadri) ha preso corpo il lavoro di Piccini, incentrato nell’esaltare alcuni aspetti della tradizione orgolese, a partire dallo splendido costume femminile.

Vieri Piccini, che si è formato all’Istituto d’Arte di Firenze, è autore di numerosi interventi eseguiti a Firenze e in altre località della Toscana. Questo di Orgosolo è il suo primo intervento in Sardegna ed è stato possibile grazie alla disponibilità di Nicolina Musina, titolare dell’hotel Sa ‘e Jana, e grazie alla collaborazione avviata da Piccini con l’ACSIT (il Circolo dei Sardi di Firenze) «che sta lavorando – come afferma il presidente del circolo Angelino Mereu – per promuovere una scuola di muralismo dove, oltre alle lezioni pratiche che si terranno a Firenze, è prevista l’organizzazione di stage operativi in Sardegna.
Una iniziativa, ancora una volta, con l’ACSIT protagonista nel promuovere, valorizzare e far conoscere aspetti particolari della Sardegna legati al mondo della cultura e dell’arte, nella continuità e nel solco di quell’impegno che, da sempre, svolgono i circoli sardi in Italia e nel mondo».

© riproduzione riservata