Uffici scolastici, impegni per il personale

Impegno del mistero alla Pubblica istruzione Valeria Fedeli a una riorganizzazione che nei prossimi mesi dovrebbe consentire anche a livello locale una copertura del personale negli Uffici scolastici della Sardegna. Sempre dal Governo, inoltre, è arrivata un’apertura per la stabilizzazione del personale di ruolo del ministero della Difesa in comando presso l’Ufficio scolastico regionale sardo. Notizie positive certificate dal deputato nuorese di Campo progressista Roberto Capelli che ha sollevato ieri pomeriggio problema durante Question-time. “Siamo soddisfatti dalle raccomandazioni e dagli impegni presi da parte del ministro dell’Istruzione – ha detto Capelli – perché riteniamo che ripartire dalla centralità della scuola e dell’istruzione sia una scelta saggia e che, quindi, sia opportuno iniziare a sopperire le carenze organizzative della macchina scolastica regionale. Soprattutto quando parliamo di una terra che, dopo la Sicilia, ha il record nazionale di dispersione scolastica”, continua Capelli. “In Sardegna, infatti, queste carenze di personale si sommano ad una situazione economica e sociale gravissima in cui la mancanza di personale scolastico ne amplifica di molto gli effetti”. Era stato nei giorni scorsi lo stesso parlamentare  a portare all’attenzione del Governo la possibile paralisi di tutti gli Uffici scolastici sardi, con l’esclusione, per ora, di Cagliari dove si registrano carenze ” carenze di personale superiori al 50 per cento sulla dotazione organica complessiva, fino ad arrivare al 60 per cento per le qualifica professionale di funzionario.