Tute anticontagio usate e abbandonate nel pianerottolo

Ha dell’incredibile quanto accaduto stamattina a Nuoro. Personale della Assl (si pensa) è intervenuto in un condominio cittadino per eseguire in tampone per accertare l’eventuale  contagio da coronavirus su due anziane signore, abbandonando poi fuori dall’ingresso dell’appartamento, nel pianerottolo – come documentano le foto –  tute e maschere usate e pare, addirittura, i guanti di lattice mono-uso per strada. Sembra che sia questa la procedura imposta da un preciso protocollo e che i dispositivi di sicurezza usati durante i prelievi a domicilio debbano essere smaltiti a cura di chi viene fatto il tampone: ma come spiegarlo e chiedere di seguire la delicata procedura di smaltimento a due anziane sorelle segregate in casa in quarantena? Possibile che non ci sia una procedura per non affidare ai cittadini lo smaltimento di Dpi che potrebbero essere potenzialmente infetti?

Naturale la reazione preoccupata dei condomini. La vicenda è stata segnalata al vicesindaco Sebastian Cocco che, incredulo e vista la delicatezza del momento, ha interessato della vicenda i vigili urbani e la questura e, in attesa di una chiarimento ufficiale da parte delle autorità sanitarie, non ha rilasciato dichiarazioni limitandosi a segnalate l’assurdità della vicenda.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn