Trapianti d’organo, sale in cattedra Grittani

Grande successo questa mattina al Liceo Classico “Asproni” di Nuoro della prima delle tre giornate di informazione e sensibilizzazione alla donazione degli organi, midollo e tessuto osseo organizzate dall’AITF Nuoro-Ogliastra e imperniate, grazie alla collaborazione della Libreria Novecento, sulla presenza di Davide Grittani, finalista lo scorso anno allo “Strega” (e candidato al premio letterario nazionale 2019), che presenta il suo ultimo libro “La Rampicante”(edizioni LiberAria) imperniato su una donazione che finisce per ridare la vita col trapianto a un usuraio «una persona schifosa che non meriterebbe un dono così grande».

Anche domani mattina a Dorgali e venerdì 1 febbraio a Nuoro (Biblioteca Satta, ore 18.30) l’autore spiegherà la sua decisione di affrontare  un argomento non certo comodo come quello dei trapianti basato sull’importanza di un dono che dal buio riporta alla luce, per poi tentare di rispondere alla domanda «che forse scuote tutte le coscienze» posta nel recensire il libro da Dacia Maraini: «Ci siamo meritati tutto ciò che abbiamo avuto?».

Un interrogativo, come ha sottolineato Gigi Bellu, presidente dell’AITF Nuoro-Ogliastra posta ai ragazzi per farli riflettere ma soprattutto sensibilizzarli su un problema non facile illustrato dalla dottoressa Pierina Ticca, medico rianimatore all’ospedale “San Francesco” che si è soffermata soprattutto su quanto accade dopo la morte cerebrale di un paziente ricoverato. Anche domani mattina a Dorgali gli studenti dello Scientifico “Pira” (ore 11.30, Centro culturale), come stamattina al Classico i loro coetanei nuoresi, leggeranno brani de “La Rampicante” che faranno da spunto alle loro domande alla dottoressa Ticca e all’autore oltre che ai dirigenti dell’AITF che hanno vissuto in prima persona l’esperienza del trapianto. Infine l’appuntamento di venerdì a Nuoro quando, per iniziativa della Libreria Novecento Davide Grittani dialogherà  con il giornalista Stefano Ferri e Gigi Bellu.