Tiro con l’arco al raduno mondiale scout

La quarta puntata del diario del quattordicenne nuorese, scout dell’Agesci che negli Stati Uniti ha partecipato al 24° Jamboree Mondiale Scout, World Scout Jamboree (https://www.ortobene.net/nuoro-guardare-mondo-altri-occhi/. )

 

25 luglio 2019. Oggi è il terzo giorno al Jamboree. Dopo due giorni qua, sto cominciando ad abituarmi, all’idea di essere negli Stati Uniti. Questa mattina, dopo esserci alzati e aver fatto colazione, siamo andati a fare tiro con l’arco. Ci è voluto un po’ di tempo per arrivare all’impianto, che era un po’ lontano dal nostro campo. Arrivati là, un istruttore ci ha spiegato come è composto l’attrezzo, i materiale che si utilizzano per la costruzione, di cosa sono fatte le frecce, e quanti diversi tipi se ne utilizzano. Abbiamo utilizzato prima l’arco, sia su su bersaglio statico, a una distanza di circa 100 metri, che su bersaglio in movimento, e poi la balestra. Abbiamo conosciuto un’ istruttore americano, Mike, che veniva dal Texas, scoprendo che suoi nonni erano italiani, venuti in America diversi anni fa; e lui è stato diverse volte in Italia. È stato un bell’incontro, perché è molto simpatico, tranquillo e allegro, nonostante il caldo che c’era fuori, dato che erano le 13 circa.

Dopo aver finito le attività, abbiamo salutato l’istruttore, e siamo tornati al campo per il pranzo. Il pomeriggio non abbiamo fatto attività, ma siamo andati allo shop del Jamboree, dove abbiamo trovato i gadget, come magliette, cappellini e molti altri oggetti, con il logo del Jamboree. Durante il pomeriggio invece, ho avuto l’occasione di conoscere diversi ragazzi, soprattutto quelli che sono nel campo affianco al nostro, provenienti dall’Inghilterra. Abbiamo parlato, e anche giocato a carte con loro. La giornata non è stata molto pesante, e il tiro con l’arco mi è piaciuto, perché serve concentrazione e focalizzazione sul bersaglio. La preparazione al momento di tiro è un momento teso, particolare e necessario per il controllo del tiro. Inoltre ho cominciato a fare amicizia con altri ragazzi, e sto migliorando con l’inglese, che ho possibilità di parlare, e che qua tutti parlano.

Dal Jamboree è tutto, ci vediamo domani. (4. continua)

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn