Nuoro, storie parallele di donne in fuga

Spettacolo dedicato alle donne in fuga dalla violenza domani – martedì 12 marzo-  alle ore 21 al teatro Eliseo di Nuoro.
Chiara Lutri (adattamento teatrale e regia di Paolo Floris), proporrà il monologo “Ma lì dove sono nata vorrei tornare” tratto dal libro “Come figlie, anzi” – edizioni Cuec – di Giacomo Mameli, che racconta la vicenda di due donne migranti, che, pur provenienti da due Paesi di due Continenti diversi e lontani fra loro, la Romania e l’Eritrea, sono accomunate da un unico destino: la fuga da una drammaticità quotidiana contrassegnata dalla guerra, dai campi profughi, dalla povertà, dalla violenza domestica.
Lo spettacolo sarà messo in scena dall’associazione culturale Pane&Cioccolata, grazie al contributo della Fondazione di Sardegna per “La Giornata della Donna 2019 per le scuole, per i cittadini”. «Il Comune di Nuoro», dice il sindaco di Nuoro, Andrea Soddu, «ha voluto patrocinare per ricordare a tutti noi quanta strada ancora dobbiamo fare per essere considerati una società civile capace di garantire a tutti pace e giustizia, e soprattutto in grado di difendere le donne dalla violenza».