Sprar, si presenta il progetto per i migranti

Domani, 6 novembre alle 17.30 a Nuoro presso l’auditorium della Biblioteca Satta, sarò presentato il progetto Sprar, accoglienza integrata del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati. «L’amministrazione comunale – si legge in una nota – ha portato avanti l’obiettivo che la città di Nuoro divenisse città accogliente di un progetto SPRAR (Servizi di accoglienza integrata del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati). L’azione iniziata nel maggio 2017 è adesso arrivata alla fase di avvio del progetto, dopo la sua approvazione e aggiudicazione alla Cooperativa Soggetto gestore del servizio». Secondo gli intendimenti degli amministratori «durante il dibattito si aprirà un dialogo con i cittadini, le associazioni, i gruppi, e altri soggetti della comunità per approfondimenti, chiarimenti e l’avvio di una collaborazione per la realizzazione del progetto e dell’accoglienza».

L’ultima comunicazione del Comune di Nuoro sull’iniziativa risale allo scorso 15 giugno in un avviso per reperire appartamenti in affitto dove si informava la cittadinanza che «la procedura per l’affidamento della gestione ed organizzazione dei servizi di accoglienza integrata del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, Progetto SPRAR 1125 – triennio 2018-2020, si è conclusa con l’aggiudicazione definitiva alla società cooperativa sociale “La Luna” ed è pertanto imminente l’avvio della fase operativa ed esecutiva del Progetto SPRAR presentato dal Comune di Nuoro.
Il Progetto prevede l’accoglienza diffusa di 26 persone, richiedenti e beneficiari di protezione internazionale e titolari di permesso umanitario, in vari appartamenti ubicati nel centro abitato e messi a disposizione dai privati. In ogni appartamento potranno essere inseriti da 4 fino ad un massimo di 6 beneficiari.  I beneficiari, singoli o nuclei familiari, verranno inoltre accompagnati, attraverso personale adeguatamente formato e specializzato messo a disposizione dalla cooperativa aggiudicataria, in percorsi di integrazione ed autonomia».

Eventuali novità e tutti i necessari dettagli e chiarimenti saranno forniti nel dibattito di domani

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn