Il sindaco di Nuoro: «Abbasseremo le tasse»

Dopo la seduta andata deserta ieri che ha confermato le difficoltà di una maggioranza ormai inesistente nella sua formula originaria, il sindaco Andrea Soddu come assessore al Bilancio ad interim dal luglio dello scorso anno, ha potuto presentare stasera il bilancio di previsione. Documento che arriva in ritardo, tanto che la Regione – sempre oggi – ha notificato la terza diffida a firma dell’assessore agli Enti locali Quirico Sanna leggi qui con un’ulteriore proroga di 20 giorni considerata inutile visto che il Consiglio è stato già convocato per il 4 giugno per l’approvazione, salvo sorprese sempre possibili perché la Giunta avrebbe bisogno dell’apporto di almeno un consigliere dell’opposizione per evitare lo scioglimento del Consiglio e il commissariamento.

Stasera comunque dopo aver comunicato ufficialmente la nomina di Giovanni Dettori a  assessore ai Lavori Pubblici, Urbanistica e Protezione Civile (in carica dall’8 maggio), è approdato finalmente in aula il documento unico di programmazione varato dalla Giunta il 7 maggio (https://www.ortobene.net/nuoro-bilancio-approvato-solo-dalla-giunta/). Durante il suo intervento Soddu ha ringraziato i funzionari del Comune e in particolare il vicesegretario Franco Rosu prossimo alla pensione. Neanche un accenno, invece, al nuovo segretario generale che prenderà servizio il primo giugno (https://www.ortobene.net/comune-nuoro-segretario-dal-paese-don-bosco/).

L’intervento di Soddu è stato sintetizzato in una nota diramata dall’ufficio stampa del Comune che in apertura sottolinea che «si tratta del primo bilancio in cui è stato inserito il contributo regionale di 31 milioni, dilazionato nelle prossime annualità, che l’amministrazione nuorese ha ottenuto per far fronte all’annoso problema dei debiti che vede il capoluogo barbaricino tra i comuni più esposti d’Italia.Una misura che consentirà al Comune di Nuoro di avere maggiori risorse per la programmazione a partire da quest’anno per tutto il prossimo triennio».

«Nel corso dell’illustrazione del DUP – fanno sapere dal Municipio – il primo cittadino ha evidenziato alcuni alcune importanti azioni amministrative che sono state iscritte a bilancio: verranno impegnati circa 450.000 per la manutenzione delle strade e degli edifici pubblici, altri 150 mila verranno impiegati per la manutenzione del verde pubblico; sul fronte dei servizi sociali da segnalare il reperimento delle risorse che verranno impegnate per l’apertura della nuova sede dell’assessorato, sul fronte asili nido verrà garantita la copertura per l’intero anno per il servizio esternalizzato mentre per quanto riguarda le politiche giovanili sono state stanziate le risorse per i voucher per ragazzi da utilizzare in ambito sportivo, sociale e culturale, per un ammontare di 80 mila per il 2019 e 120 mila euro per le annualità successive. Confermate le risorse per le iniziative in ambito culturale e di promozione turistica. Come avevamo già avuto modo di sottolineare in altre circostanze – ha detto il primo cittadino – il grande risultato ottenuto dalla nostra amministrazione, unitamente a tutti i comuni della Sardegna, in sede di conferenza Regione-Enti Locali, porterà grandi risultati in termini di programmazione a 360 gradi. Il bilancio che abbiamo presentato oggi è il primo in cui figura il contributo regionale che ci permetterà di estinguere il grosso debito accumulato negli ultimi 50 anni, un fardello che ha condizionato notevolmente l’azione della nostra amministrazione e di quelle che ci hanno preceduto. Da ora in avanti sarà più semplice garantire i servizi e migliorare la qualità della vita dei nostri cittadini. Finora abbiamo dovuto navigare a vista, amministrando con la zavorra di un debito che pesava notevolmente sul nostro bilancio e dunque sul nostro stesso programma amministrativo. Siamo comunque riusciti a farlo senza gravare sulle tasche dei cittadini, uno dei nostri obiettivi futuri – ha detto Soddu sarà quello di ridurre le tasse anche attraverso misure che premieranno le buone pratiche ambientali e i comportamenti virtuosi dei nuoresi. Ci stiamo preparando – conclude  Andrea Soddu ad una stagione di grandi cambiamenti per la nostra città: tra poco inizieranno a vedere la luce i primi cantieri legati al bando nazionale delle periferie, al piano di rilancio del nuorese, al progetto riMonte e ai numerosi finanziamenti per le strutture sportive. Nuoro si appresta a cambiare volto mettendo al centro i valori del sapere, del benessere e della sostenibilità ambientale».

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn