I sardisti rompono con il sindaco Soddu

Comune di Nuoro - Editoriale L'Ortobene

La delegazione sardista ha abbandonato poco dopo mezzogiorno l’incontro con le delegazioni delle forze di maggioranza che hanno concorso all’elezione della Giunta Soddu. La riunione è ancora in corso ma per la coalizione sono ore difficilissime e il rischio di una rottura sembra alle porte anche perché, sempre stamattina, è andata deserta la riunione della Commissione Bilancio convocata originariamente per discutere della vicenda arretrati Tari ma che, anche alla luce dell’ultimatum della Regione, avrete anche dovuto approfondire il conto consuntivo non ancora presentato. La delegazione Psd’Az ha abbandonato la riunione davanti alla determinazione del sindaco di non cedere alla richiesta dell’azzeramento anche della carica di presidente del Consiglio comunale e alla richiesta di dimissioni di Fabrizio Beccu (https://www.ortobene.net/pregiudiziale-sardista-via-presidente-beccu/). La maggioranza senza i sardisti si è così ritrovata a ragionare sulla possibilità di varare una giunta che conterebbe sulla carta su 13 voti ma a questo punto diventa determinante la posizione dei due consiglieri di “La città in Comune” e dei due di “Ripensiamo Nuoro”. La riunione è stata aggiornata in serata. Non è improbabile che il sindaco si decida a rompere gli indugi nominando una sua Giunta per poi andare in Consiglio a cercare una maggioranza contando magari sul sostegno di qualche esponente dell’opposizione.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn