Sanità a Nuoro: «Ats cambi registro»

«La sanità nuorese merita un’attenzione diversa da parte dell’Azienda per la tutela della salute. Ci sono squilibri non più tollerabili, in parte determinati da carenze strutturali del sistema, e in parte dovuti a scelte discutibili della stessa Ats». Così in una nota congiunta i consiglieri regionali nuoresi Elena Fancello (Misto), Franco Mula (Psd’Az), Pierluigi Saiu (Lega) e  Giuseppe Talanas (Forza Italia). Per quanto riguarda le carenze strutturali, «stiamo intervenendo attraverso la riforma sanitaria in discussione in questi giorni in Consiglio regionale – spiegano gli esponenti della maggioranza-. Il mostro creato dall’ex giunta si è rivelato dannoso, soprattutto per il nostro territorio, per il centro Sardegna e per la sanità nuorese. Lo stiamo rottamando per il bene dei sardi». Diverso è il discorso relativo alle scelte del management Ats, sottolineano i consiglieri, «soprattutto rispetto alle esigenze della nostra sanità. Medici che vanno via e che non vengono sostituiti. Personale ridotto all’osso in alcuni reparti, tanto da comprometterne il regolare funzionamento. Impegni presi e non mantenuti. Ancora aspettiamo che si trovi soluzione al problema della mancanza di oss: una scelta scellerata della stessa Ats che dovrà essere corretta, proprio come è stato fatto oggi con l’integrazione della sede di Nuoro per l’assunzione di nuovi chirurghi. In generale, sulla sanità nuorese, serve che l’Ats cambi registro. Non siamo disposti ad accettare che il nostro territorio venga trattato in questo modo, soprattutto da chi avrebbe dovuto realizzare una netta discontinuità con il passato. Ci aspettiamo che le cose cambino, e in fretta». (Api/ Dire) 19:22 28-07-20 NNNN