San Paolo, donazione del comitato all’ospedale

In settimane come quella che stiamo vivendo e che ci aiutano a riscoprire il valore delle cose, dando a ciascuna la giusta importanza, è bene dare risalto a ogni gesto di autentica carità che fiorisce nella nostra comunità. È il caso della parrocchia di San Paolo a Nuoro, i cui priori Francesco Cocco e la moglie Simonetta Monni hanno deciso di donare presidi sanitari a due reparti dell’ospedale San Francesco.
«“Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi la carità, sono come un bronzo che risuona o un cembalo che tintinna”. Questa frase di esordio dell’Inno alla Carità contenuto nella lettera di Paolo di Tarso ai Corinzi – si legge in una nota del Comitato – è stato per noi priori del Comitato di San Paolo di Nuoro, la chiamata a un gesto concreto di solidarietà in questo momento di grave emergenza sanitaria.
Siamo sicuri che così avrebbero voluto don Giovanni Melis e don Pietro Muggianu, vittime del Covid-19, che nella nostra parrocchia hanno esercitato, con straordinaria misericordia e carità, il loro ministero sacerdotale.
D’intesa col Parroco don Riccardo Fenudi e tutti i componenti del priorato – sottolinea la nota – , buona parte delle risorse destinate ai festeggiamenti dei Santi Pietro e Paolo previsti per il prossimo 29 giugno sono state destinate all’acquisto di presidi sanitari. In particolare, sono stati reperiti guanti, mascherine, copri-scarpe e copri-camici usa e getta, riservate ai Reparti di Ematologia e di Dialisi dell’Ospedale San Francesco».
Con questa azione – concludono i priori Francesco Cocco e Simonetta Monni – intendiamo ringraziare tutto il personale sanitario, impegnato in prima linea a combattere questo nemico invisibile, mettendo a repentaglio la loro stessa vita.
Quando tutto sarà finito, avremo modo di stare assieme, di abbracciarci e di celebrare la vita e le opere di San Paolo Apostolo con una grande festa di popolo».

© riproduzione riservata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn