Salute e dipendenze, tre incontri al “Maccioni”

Sabato 11 maggio si è concluso il progetto “Star bene a scuola”, percorso formativo dedicato agli alunni della Scuola Secondaria di 1° grado “Mariangela Maccioni”. Si tratta di una serie di tre incontri sul tema dell’educazione alla salute a cui gli studenti hanno risposto con interesse ed entusiasmo. Gli incontri si sono tenuti nell’auditorium della scuola intitolato a Raffaello Marchi, intellettuale e antropologo nuorese scomparso nel 1981.
I primi due convegni si sono tenuti ad aprile e si sono concentrati sulla prevenzione del diabete e sulle dipendenze. L’argomento della prevenzione del diabete e dei rischi a esso collegati è stato curato da Alfonso Gigante, responsabile del servizio di diabetologia dell’ospedale “Cesare Zonchello”. Il medico ha spiegato ai ragazzi l’importanza di un corretto stile di vita, basato su un’alimentazione sana ed equilibrata e sullo svolgimento di attività fisica costante.
La tematica delle dipendenze adolescenziali è stata esposta dagli studenti dell’Istituto Tecnico Commerciale “Gian Pietro Chironi”, supportati dall’Associazione di volontariato “Ut unum sint” e dal SerD (Servizio per le Dipendenze) di Nuoro. Il dialogo tra alunni di diverse età si è incentrato su due tipi di dipendenze che colpiscono i giovani dell’isola: quelle relative a alcol e droghe.
L’incontro conclusivo ha messo a fuoco il tema dell’alimentazione a km zero, ed è stato condotto da Narciso Monni e da Grazia Manca (nella foto in alto) dell’Agenzia regionale Laore, Agenzia regionale per l’attuazione dei programmi in campo agricolo e per lo sviluppo rurale. Anche in questo caso gli interventi e i video didattici presentati hanno lasciato spazio alle domande e alle considerazioni degli studenti.
Tutte le attività descritte sono state organizzate dalla scuola, in collaborazione con il Lions Club Nuoro Valverde e con l’Associazione culturale “La via del teatro”, che ne ha curato la parte tecnica e che attualmente gestisce l’Auditorium.
Negli ultimi mesi l’Associazione “La via del teatro” sta provvedendo a riqualificare lo spazio per renderlo disponibile a ogni attività culturale, attrezzandolo con apparecchiature tecniche di ultima generazione.
In appendice all’iniziativa sono previsti ulteriori approfondimenti sulla prevenzione delle patologie tiroidee, sulla sensibilizzazione verso la malattia di Parkinson, e uno screening sui problemi ortottici.

© riproduzione riservata