Sa Reina ancora in scena

È prevista per il 27 aprile alle 20.30, al Ten Teatro Eliseo, la replica del dramma Sa reina scritto da Alessandro Catte. La prima assoluta è andata in scena in occasione dell’undicesima edizione di Canti dall’Ortobene, la manifestazione organizzata dal Coro Ortobene di Nuoro che ha registrato il tutto esaurito in 24 ore dall’inizio vendita dei biglietti. Questa replica arriva per accontentare tutte quelle persone che non hanno potuto assistere allo spettacolo il mese scorso. Sa reina è stata un grande successo di pubblico sia nei numeri che nel gradimento. Uno spettacolo completo che racchiude recitazione, musica e ricerca storica. La trama, molto affascinante, riporta in vita Maria Antonia Serra Sanna, la sorella dei latitanti Elias e Giacomo, due pezzi da novanta della Nuoro ottocentesca, rimasti uccisi nel conflitto a fuoco  di Morgogliai il 10 Luglio 1899.
Una storia particolare che mette in evenienza la Nuoro di quel periodo, certamente condizionata dalla forte malavita che imperversava in città e in Barbagia. L’autoritaria Maria Antonia, che gestiva gli affari di famiglia e consigliava i fratelli sul da farsi, appare nell’opera in tutta la sua cattiveria. Interpretata dalla bravissima attrice Vittoria Marras, incontrerà di volta in volta diversi personaggi e con tutti avrà discussioni e liti. La prepotenza che regnava in qual periodo diventa per lei stile di vita. Combattere la povertà con la forza e il sopruso diventa la sua caratteristica principale che la fa diventare leggenda. Sarà arrestata il 15 Maggio del 1899 nella notte di San Bartolomeo quando dopo una retata, messa in atto per combattere il banditismo, finiranno in carcere centinaia di persone.  Importante anche la parte affidata a Marco Moledda, esperto attore che sarà il brigadiere Gasco energico e coraggioso carabiniere che col capitano Petella, interpretato da Salvatore Piredda, studieranno il piano per catturare Giacomo ed Elias. L’avvocato, interpretato da Antonello Ganadu, Don Bachisio interpretato da Tonino Mesina, Istevene l’innamorato, interpretato da Stefano Basolu, Franziska, la vecchia amica impersonata da Gonaria Delogu e il pastore, Samuele Cheri.  In scena anche il padre de Sa reina interpretato da Armando Lodi, la madre da Paola Carta la serva da Piera Sotgia e i due carabinieri, interpretati da Franco Locci e Salvatore Ticca. Numerose le comparse interpretate dai coristi dei due cori protagonisti: il coro Ilune e il coro Ortobene.
I bellissimi costumi d’epoca saranno curati nuovamente da Barbara Bussa. La musica la farà da padrona: numerosi i brani eseguiti dai due cori e molte le parti strumentali che accompagnano le scene, eseguite da un complesso orchestrale di 9 elementi, veri e propri professionisti della musica che giungeranno da diverse parti della Sardegna, diretti da Alessandro Catte che questa volta firma partiture copione e regia. Più di sessanta persone hanno partecipato con entusiasmo alla realizzazione de Sa reina.
I biglietti, del costo di 15 euro, sono già in vendita e si possono acquistare contattando i numeri di telefono 3384915430, 3478746295 e 3281227207. I tagliandi sono disponibili anche presso il Teatro Eliseo.

© riproduzione riservata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn