Una “Rondine” alla memoria di Pietrino Cicalò

Un omaggio a un imprenditore scomparso, Pietrino Cicalò, e quattro emigrati che si sono distinti in varie attività. L’associazione “Barbagia nel Mondo”  ha reso noto i nomi dei nuoresi che giovedì 29 agosto alle ore 13, al temine delle funzioni religiose per il Redentore, saranno premiati in cima al monte Ortobene con la “Rondine d’oro”, premio arrivato giunto alla quarta edizione che, con il patrocinio del Comune  e della Camera di Commercio di Nuoro, viene assegnato a chi, partito da Nuoro. Quest’anno gli organizzatori hanno deciso di non fare classifiche, assegnando i riconoscimenti ex aequo. Significativo il ricordo e l’omaggio a Pietrino Cicalò, l’imprenditore scomparso a 77 anni nel 2000: arrivato in città da Fonni l’11 novembre 1962  aprì il primo Grande magazzino che per decenni fu non solo un punto di riferimento per gli acquisti ma esempio concreto da seguire nella strada dell’apertura e l’innovazione anche nel settore del commercio. Vittima di un sequestro di persona il 31 gennaio del 1979, liberato dopo quattro mesi dai suo rapitori, continuò in città il suo impegno imprenditoriale.

Con l’omaggio alla figura di Pietrino Cicalò, saranno premiati quattro nuoresi che si sono fatti onore nel mondo: Eva Cambedda (laureata in Lingue presso l’università di Napoli nel 2006, è docente universitaria in Giappone, collabora con l’Istituto italiano di cultura di Tokyo e con la televisione nipponica dando anche il suo contributo alla realizzazione di importanti documentari sulla cultura italiana e della Sardegna); Marta Carroni (biofisica che al Birkbek College di Londra nel laboratorio di Helen Saibil si specializzò nella microscopia elettronica, chiamata in Svezia  dallo scienziato Gunnar von Heijne, lavora e risiede a Stoccolma dal tre anni); Mario Ladu (proprietario e gestore a Stellenbosch, in Sud Africa del “Decameron Restaurant” dove da 30 anni propone e valorizza le eccellenze italiane); Roberto Podda (responsabile del laboratorio di progettazione presso il Polo di Piacenza del politecnico di Milano, coordinatore per la Lombardia dell’associazione nazionale delle società di progettazione che raccoglie le più importanti realtà italiane).