Rendiconto 2018, parere favorevole dei revisori

«Si attesta la corrispondenza del rendiconto alla risultanze della gestione e si esprime parere favorevole per l’approvazione del rendiconto dell’esercizio finanziario 2018»: i revisori dei conti hanno depositato ieri in Comune a Nuoro il parere favorevole sul rendiconto 2018 predisposto dal commissario ad acta. Un atto che consentirà al Consiglio di approvare entro venti giorni un rendiconto che per legge deve essere approvato ogni anno entro il 30 aprile. Ora il corposo documento – trenta pagine – è al vaglio dei consiglieri e una prima verifica arriverà già la prossima settimana, probabilmente martedì, nella riunione della Commissione Bilancio annunciata dalla presidente Claudia Camarda. L’attenzione è concentrata soprattutto su una serie di raccomandazioni dei revisori, compresa l’indicazione di riportare all’attenzione del Consiglio i prospetti dimostrativi dei rendiconti 2015, 2017 e 2017 perché non risultano evidenziati «i vincoli e gli accantonamenti sull’avanzo di amministrazione benché “conservati” negli atti amministrativi di approvazione dei singoli rendiconti».  “Errori di esposizione” secondo quanto si rileva da una relazione del segretario generale Giorgio Musso, anch’essa alla studio dei consiglieri. In sostanza nel prospetto del risultato di amministrazione non sarebbero stati correttamente esposti i disavanzi di amministrazione da riaccertamento straordinario di  15.522,661,30 nel 2015; 13.387.808,11 nel 2016 (anno in cui il disavanzo a rendiconto è errato in quanto relativo a una quota del più ampio disavanzo da riaccertamento straordinario. «A seguito di tale riaccertamento l’ente accantona ogni anno ulteriori risorse del proprio bilancio per recuperare tale disavanzo per euro 931.4544,77»);  11.813.475,25 nel 2017; mentre per quanto riguarda il 2018 – scrive il dottor Musso – «il Comune di Nuoro è in disavanzo di amministrazione da riaccertamento per euro 10.298.598,02 correttamente esposto nel rendiconto».

Intanto stando ad alcune voci il dottor Giorgio Musso, arrivato come segretario generale al Comune di Nuoro ai primi dello scorso giugno, avrebbe annunciato che a fine mese lascerà l’incarico per avvicinarsi a casa, in Piemonte. Musso sostituiva Antonino Puledda, arrivato a Nuoro da Alghero il primo novembre del 2015 e trasferitosi alla Provincia di Nuoro lo scorso primo febbraio. Ora il Comune dovrà nominare il terzo segretario generale nel giro di quattro anni.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn