Comune di Nuoro - Editoriale L'Ortobene
Il regolamento sui contenziosi sparisce dall’odg
di Michele Tatti

28 Marzo 2019

3' di lettura

Il “Regolamento per la definizione agevolata delle controversie tributarie pendenti” non figura all’ordine del giorno della seduta del Consiglio comunale di Nuoro convocata dal presidente Fabrizio Beccu per lunedì primo aprile, ultima data utile per legge per adottare la proposta presentata il 22 marzo dal gruppo consiliare di “Italia in Comune” quando avevano chiesto al sindaco Andrea Soddu, «anche in qualità di assessore al Bilancio pro-tempore, di compiere tutti gli atti necessari affinché venga portata immediatamente all’approvazione del Consiglio Comunale» (https://www.ortobene.net/wp/wp-admin/post-new.php). La conferenza dei capigruppo aveva deciso di inserire l’argomento all’ordine del giorno, ma oggi quella bozza è stata contestata in più punti dai funzionari comunali (https://www.ortobene.net/contenziosi-tributari-gli-uffici-bocciano-italia-comune/) e inoltre pare che si sia dovuto prendere atto della mancanza di una delibera di Giunta che adottasse l’atto per poterlo proporre in Consiglio. Quindi sembra rimanere in sospeso la proposta che fin dal primo momento aveva destato molte perplessità, anche per i tempi stretti di discussione, motivati comunque dallo scopo dichiarato di agevolare il rapporto, anche con la possibilità di rateizzare il debito, con i cittadini che hanno in corso un contenzioso di natura tributaria con il Comune. Resta da vedere se e come potrà essere recuperata la proposta di “Italia in Comune” che si basa su una legge in vigore da cinque mesi. Intanto lunedì il Consiglio comunale si aprirà alle 17 in seconda convocazione con un nuovo tentativo per eleggere il vicepresidente del Consiglio di maggioranza al posto ddi Graziano Siotto, sardista che si è dimesso dopo il passaggio del suo gruppo all’opposizione. l’8 marzo, dopo due votazioni andate a vuoto sul nome di Emilio Zola, la seduta del Consiglio era stata sciolta per mancanza eli numero legale (https://www.ortobene.net/consiglio-comunale-senza-vice-presidente/): lunedì sarà interessante vedere quanti voti riuscirà a mettere in seme la maggioranza che si regge in teoria su un solo voto (13 a 12). Per il resto il Consiglio discuterà in prima convocazione un’interpellanza sul consorzio universitario e deliberare  su due proposti di variante ad altrettanti piani di lottizzazione C1/5.1 “Biscollai” (frazionamento del lotto n. 18) e C1.6b (frazionamento dei lotti n. 9, 14, 15, 22, 23a e 23b e rimodulazione destinazione d’uso lotti n. 3 e 16 a parità di volume). In discussione, infine, tre mozioni: le prime due presentate dal gruppo sardista per l’istituzione della  Carta Km Zero e del Forum Agricolo e una mozione a sostegno di Radio Radicale che rischia di chiudere se il Governo manterrà la promessa di non rinnovare dal prossimo 21 maggio la convenzione per la trasmissione in diretta dei lavori del Parlamento.    

Condividi
Titolo del podcast in esecuzione
-:--
-:--