Registrazione passeggeri in arrivo in Sardegna
di Michele Tatti

12 Giugno 2020

2' di lettura

Annunciata per il 13 giugno, arriva con un giorno di anticipo nerll’App Store di Apple per il sistema operativo iOS.l’app “Sardegna Sicura” e scaricabile anche  da https://play.google.com/store/apps/details?id=it.regione.sardegna.autorizzazionicovid19 In base all’ordinanza del Presidente della Regione n. 27 del 2 giugno 2020 tutti i passeggeri in arrivo in Sardegna su linee aeree o marittime sono tenuti a registrarsi prima dell’imbarco tramite l’apposito modulo on line clicca qui. Dopo la compilazione del modulo si riceve una mail di notifica dell’avvenuta registrazione, contenente un id di conferma insieme a un link che rimanda alla scheda di possibili pregressi infezione o contatto col Covid-19. La compilazione di tale scheda è obbligatoria e deve essere effettuata 48 ore prima della partenza. Al termine si riceve una mail di Beni Benius in Sardegna con allegato un QR code da esibire al personale preposto all’imbarco. In via eccezionale fino al 12 giugno il modulo (clicca qui) potrà essere compilato manualmente anche a bordo e dovrà essere consegnato all’arrivo al presidio medico sanitario del porto o aeroporto che avrà cura di fornirlo ai competenti uffici regionali. Tutti i viaggiatori inoltre devono sottoporsi alle misurazione della temperatura corporea che, ai fini dell’imbarco, non può essere uguale o superiore a 37.5°. Per maggiori informazioni inviare una mail all’indirizzo di posta elettronicaurp.emergenza@regione.sardegna.it o contattare il numero verde 800 894 530. Nelle intenzioni della Regione, tramontata l’ipotesi del passaporto sanitario o della certificazione di negatività al Covid-19, della Regione, grazie a Sardegna Sicura si potranno monitorare ingressi e permanenze nell’Isola. consentendo interventi immediati e mirati in casi di emergenza: chi arriva deve registrarsi compilando  tutti i campi indicati: oltre a nome e cognome, anche luogo e data di nascita, codice fiscale, e-mail e numero di telefono, un documento di identità e i luoghi in cui intende soggiornare.Informazioni che, su precisa autorizzazione dell’interessato, resteranno a disposizione nel database per 14 giorni. Nella stessa pp, sempre on line, si potrà anche sfruttare l’opzione che consente di aderire volontariamente al tracciamento e all’indagine epidemiologica.  

Condividi
Titolo del podcast in esecuzione
-:--
-:--