Regionali, 130 sindaci “candidano” Zedda

«Ti chiediamo di metterti a disposizione dei sardi e della Sardegna. Per questo, caro Massimo, ti chiediamo di esserci»: sono già 130 su 377- secondo quanto apprende l‘agenzia Ansa – i sindaci sardi che hanno invitato con una lettera il loro collega di Cagliari Massimo Zedda a candidarsi a presidente della Regione. Il gruppo starebbe per consegnare l’appello direttamente nelle mani di Zedda. Solo allora i primi cittadini, che ora mantengono uno stretto riserbo sulle proprie firme, usciranno allo scoperto. Molti, comunque, sarebbero del Pd, anche di grandi Comuni. «Le regionali sono vicine – scrivono i sindaci nel testo reso pubblico dall’Ansasentiamo il bisogno di essere parte di una battaglia politica vista dalla parte di chi vive il territorio quotidianamente, con le difficoltà e le attese di tutti i giorni. Oggi non basta più parlare di vecchie appartenenze, abbiamo bisogno di guardare oltre». L’investitura inizia dal quarto capoverso: «Caro Massimo, la tua esperienza amministrativa parla chiaro, è un caso nazionale di buon governo, e oggi la Sardegna non ha bisogno di disfattisti, come di avventurieri o viceré, ha bisogno di governanti coscienti del proprio ruolo, capaci di guardare avanti e di guardarsi intorno, in Europa, a partire da noi, da qua, dai nostri territori, dalle comunità, dalle tante isole della Sardegna. Vogliamo una Sardegna democratica e libera, guidata da qui e non da Roma o Milano, da un sindaco tra la gente e non da un presidente distante e isolato. Vogliamo un sindaco per fare il sindaco della Sardegna».

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn