Premiati per il parco solare di Ottana

Il progetto del parco solare termodinamico sperimentale di Ottana, redatto da tre docenti dell’Università di Cagliari, ha ricevuto una menzione speciale per il prestigioso Premio Italiadecide “Amministrazione, Cittadini, Imprese – Innovazione tecnologica per lo sviluppo sostenibile”, nell’ambito “Ricerca applicata innovativa o di dimostrazione”. “Italiadecide – Associazione di ricerca per la qualità delle politiche pubbliche” – è un’associazione che si propone di promuovere un’analisi condivisa per la soluzione dei problemi di fondo del nostro Paese per guardare al futuro attraverso strategie di medio-lungo periodo. Ad ottenere il riconoscimento è il progetto di ricerca intitolato “Impianto sperimentale di generazione elettrica da solare termodinamico e da fotovoltaico a concentrazione da 1 MW realizzato presso il Consorzio Industriale di Ottana”, sviluppato da Giorgio Cau e Daniele Cocco del Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali e Alfonso Damiano del Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica, nel quadro di una convenzione con Sardegna Ricerche che ne ha coordinato l’esecuzione. L’impianto, finanziato dall’assessorato regionale dell’Industria e realizzato dall’Ente Acque della Sardegna (ENAS), è stato inaugurato quattro mesi fa nella zona industriale del Nuorese (https://www.ortobene.net/ottana-inaugurazione-nonostante-linchiesta/) e consente di produrre energia a basso impatto ambientale riducendo i costi della bolletta energetica dell’ente regionale che gestisce le dighe. Nel panorama mondiale il parco solare sperimentale di Ottana risulta il primo impianto su scala industriale che integra le tecnologie solari a concentrazione di conversione termodinamica e fotovoltaica e due tecnologie innovative di accumulo termico ed elettrochimico. Al bando di “Italiadecide” hanno partecipato 48 concorrenti, 9 per l’ambito “innovazione della didattica e dell’alta formazione”, 29 per l’ambito “ricerca applicata innovativa o di dimostrazione” e dieci per l’ambito “servizi tecnico-scientifici al Territorio”. Il premio relativo all’ambito “ricerca applicata innovativa o di dimostrazione” è stato assegnato ex-aequo a due progetti rispettivamente del Politecnico di Milano e dell’Università di Padova ma altri cinque progetti, tra cui quello dell’Università di Cagliari, sono stati giudicati meritevoli di menzione speciale. Le menzioni speciali sono state assegnate nel corso della cerimonia di premiazione che si è tenuta alla Camera dei Deputati il 12 febbraio, mentre tutte le proposte che hanno ricevuto menzione speciale saranno pubblicate in un booklet che verrà presentato, sempre alla Camera dei Deputati, alla fine del mese di aprile, nel corso di una cerimonia condotta dal giornalista scientifico Piero Angela.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn