A Pratosardo le pariglias e il Palio del Redentore

Dopo le maschere del carnevale sardo che hanno sfilato stasera, a Nuoro domani – sabato 24 agosto – sulla Festa del Redentore si aprirà la vetrina delle tradizioni equestri. Nel galoppatoio di Pratosardo l’Associazione Amazzoni e cavalieri di Nuoro presieduta da Giovanni Mossa che nel 2018 dopo vent’anni ha rispolverato la corsa, organizza la seconda edizione del “Palio del Redentore” con una miscellanea tra corse e abilità nel cavalcare. Oltre alle due corse, sono infatti previste in apertura alle 17.30 le spettacolari discese delle pariglias con le evoluzioni sui destrieri lanciati al galoppo dei cavalieri di Lula, Ittiri, Norbello e Padria.

Il programma agonistico prevede alle 18.30 la corsa riservata ai cavalli anglo-arabi-sardi secondo il regolamento Airvaas l’associazione che ha dato vita a un circuito (quella di Nuoro sarà l’ottava delle dodici tappe)  per la valorizzazione e tutela della razza che prevede tra l’altro l’esame del Dna e l’antidoping degli animali iscritti.: Il montepremi al vincitore andranno tremila euro, mille al secondo, 700 al terzo e 300 euro al quarto. Dopo gli angolare toccherà ai cavalli di razza sarda (150 centimetri di altezza al garrese) che si divideranno 700 euro di montepremi.

Oltre l’organizzazione del palio, l‘Associazione Amazzoni e Cavalieri di Nuoro cura l’organizzazione della Sfilata dei cavalieri in costume tradizionale provenienti da tutta la Sardegna che domenica 25 agosto, annunciata dalla Banda della Brigata Sassari, chiuderà a mezzogiorno la Sfilata dei costumi, La spettacolare cavalcata partirà da piazza Sardegna per concludersi in piazza San Giovanni, dopo aver percorso via Lamarmora e il corso Garibaldi.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn