Prato Sardo, finanziato il progetto anti-miasmi

All’interno di un piano da 17 milioni di euro destinati a interventi per la gestione dei rifiuti urbani, la Giunta regionale ha oggi assegnato oltre 485.440  euro  per una serie di indispensabili migliorie all’impianto di compostaggio in funzione a Nuoro nella zona industriale di Prato Sardo. L’intervento dovrebbe consentire innanzitutto di  superare i problemi da tempo denunciati che rendono l’aria irrespirabile. In particolare saranno effettuati i miglioramenti già individuati nel gennaio dell’anno scorso con l’entrata in funzione dell’impianto che, gestito e costruito (su un’area di un ettaro concessa dal Comune) dal Consorzio industriale provinciale (Cip) con un finanziamento regionale di oltre tre milioni di euro, potenzialmente potrebbe trattare fino a diecimila tonnellate all’anno di umido raccolto soprattutto porta a porta e in particolare tratta le oltre tremila tonnellate prodotte a Nuoro città. La sua entrata in funzione ha consentito a Nuoro Ambiente di smaltire direttamente in casa i rifiuti, abbandonando Tossilo e i lunghi e costosi viaggi dei camion. Un fatto positivo in parte vanificato dai miasmi che ammorbano la zona industriale di cui si è occupato recentemente anche il deputato nuorese Alberto Manca (https://www.ortobene.net/pratosardo-aria-irrespirabile-compost/). Problema in via di soluzione con il finanziamento del progetto presentato da tempo in Regione che consentirà tra l’altro di realizzare la torre di lavaggio, la chiusura dei locali di maturazione finale dei rifiuti e l’acquisto dei teli mobili per il compost. Oltre i 485 mila euro per Nuoro, la delibera proposta dall’assessore regionale dell’Ambiente Donatella Spano, destina 977.484 euro al Consorzio industriale provinciale di Cagliari per la realizzazione della copertura finale del primo modulo della discarica in località Is Candiazzus (Comune di Iglesias), attualmente esaurita; un milione al Consorzio industriale provinciale di Cagliari per la realizzazione della copertura finale della discarica di servizio al termovalorizzatore di Macchiareddu, in località Flumini Binu (Comune di Sarroch) e attualmente esaurita; 2.133.476 euro alla Provincia del Sud Sardegna per la realizzazione della copertura finale della discarica in località Su Zimmioni (Comune di Iglesias), attualmente esaurita, con la precisazione che il medesimo finanziamento potrà essere trasferito al Comune di Villasimius qualora lo stesso riceva la proprietà del bene dalla Provincia. Doppio intervento al Comune di Carbonia, di 3.540.000 euro per la realizzazione del secondo lotto della copertura finale della discarica di Sa Terredda, attualmente esaurita e di 1.260.000 euro per migliorare l’impianto di compostaggio nella stessa località. Infine, oltre 8 milioni al Consorzio industriale provinciale oristanese per l’introduzione di una sezione di digestione anaerobica nell’impianto di compostaggio a Masangionis, nel Comune di Arborea.