Posada, un nuovo gregge per Elia

Grazie alla solidarietà dei pastori, Elia potrà coronare il suo sogno di tornare a fare il pastore vanificato dai ladri di bestiame che hanno rubato le quattro pecore che allevava nelle campagne di “Frumene”, a pochi chilometri da Posada. La storia del diciassettenne. resa nota da uno zio tramite un servizio curato per “Videolina” da Graziano Canu, ha fatto il giro della Sardegna soprattutto quando Gigi Sanna, il cantante-pastore del gruppo musicale nuorese “Istentales”, ha deciso di riporre il rito di “Sa Paradura” che saldava il vincolo di solidarietà negli ovili con i pastori che donavano una pecora a testa per ricostruire il gregge di un loro collega caduto in disgrazia. “Sa Paradura” ha varcato per due volte – grazie agli “Istentales” e alla Coldiretti il Tirreno, con la consegna di mille pecore agli allevatori rimasti senza bestiame a causa del terremoto prima nel 2009 a L’Aquila e po lo scorso aprile a Cascia. La risposta dei pastori per Elia è stata altrettanto entusiasta tanto che da venerdì 20 ottobre il giovane avrà un vero e proprio gregge. Quel giorno alle 17 saranno consegnatele pecore raccolte (il numero è segreto) ma gli “Istentales” hanno rispettato anche l’impegno di tenere un concerto gratuito che inizierà alle ore 20 nell’auditorio di Posada. Insieme alla bad nuorese, nella serata presentata da Giuliano Marongiu, si esibiranno Maria Luisa Congiu, Francesca Lai e Davide Guiso, il coro “Amici del folklore” e  Antonio Scalas.

© riproduzione riservata