Ponte di Oloè, appalto sbloccato

Si sblocca il terzo appalto per i lavori nel ponte di Oloè, fermato a fine luglio dalla Provincia di Nuoro (https://www.ortobene.net/ponte-oloe-appalto-sospeso/per un quesito da porre all’Autorità anticorruzione. La stessa Provincia, infatti, ha deciso di riaprire il seggio di gara «per  l’aggiudicazione dei lavori» venerdì 12 ottobre alle ore 9.30. Sembra quindi essere stato accolto appello del deputato Alberto Manca che il 6 settembre aveva chiesto all’ente «un’importante assunzione di responsabilità che consenta di superare una volta per tutte il lungo stallo al quale sono costretti ad assistere, con tutte le sue conseguenze negative, i cittadini, le aziende ed i turisti della zona». Il parlamentare nuorese del Movimento Cinquestelle, in quell’occasione aveva rivelato che l‘ufficio precontenzioso e pareri dell’Anac aveva giudicato inammissibile la richiesta di parere su alcuni dubbi interpretativi sull’applicazione della norma per il calcolo della soglia di anomalia. Reiterare la richiesta avrebbe significato perdere altro tempo utile visti i due mesi già persi inutilmente (https://www.ortobene.net/ponte-oloe-un-anno-la-riapertura/). Dopo l’aggiudicazione potranno quindi iniziare i lavori previsti dallo “stralcio del progetto preliminare di adeguamento per l’intervento di riparazione locale sulle strutture dell’impalcato”. Il capitolato prevede come tempi di esecuzione 180 giorni dalla data di consegna dei lavori (con un premio di 500 euro per ogni giorno di anticipo). Solo alla chiusura del cantiere la magistratura nuorese deciderà se autorizzare la riapertura al traffico del ponte sulla strada provinciale Oliena-Dorgali, al centro di un’inchiesta sui lavori di ristrutturazione ordinati dopo l’alluvione del 18 novembre 2014 quando nel crollo parziale della struttura perse la vita l’agente di polizia Luca Tanzi (https://www.ortobene.net/oloe-nessuna-certezza-sulla-riapertura-del-ponte/)

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn