I pastori: subito 80 centesimi ogni litro di latte

Dopo un’acceso confronto sulla bozza messa a punto ieri in alcuni presidi, l’assemblea regionale dei pastori a Tramatza si è conclusa con l’approvazione di un documento da presentare giovedì prossimo al Tavolo nazionale del latte. La controproposta è in fase di scrittura la mediazione, anche rispetto dalla prima ipotesi che chiedeva di passare da 72 75 centesimi al litro (https://www.ortobene.net/wp/wp-admin/post.php?post=11999&action=edit), è stata trovata sulla richiesta di 0.80 euro, anticipando cioè l’importo previsto a febbraio, con una serie di garanzie per la liquidazione a novembre del latte dell’intera annata a un euro. Nella controproposta confermata tra l’altro la richiesta di dimissioni dei vertici del Consorzio di tutela ma il presidente del Consorzio di tutela del pecorino Palitta ha anticipato tutti stamattina via Facebook: «Il giorno 22 febbraio scade il mio mandato ho già provveduto a rassegnare le mie dimissioni in coerenza con il mandato assegnato dal Cda».