Pastori beffati, scaramucce in Consiglio regionale

DIFFICOLTÀ RICEVERE EROGAZIONI, ALLEVATORI ANCORA SU PIEDE GUERRA (DIRE) Cagliari, 18 ott. – La vertenza dei pastori sardi sbarca in Consiglio regionale, rubando per qualche minuto spazio alla discussione della riforma della rete ospedaliera. Dopo l’annuncio da parte del Movimento pastori sardi di una nuova protesta a Cagliari, per denunciare le lungaggini burocratiche che stanno rallentando la distribuzione dei 45 milioni di euro stanziati dalla Regione per fronteggiare l’emergenza siccità (vedi https://www.ortobene.net/pastori-beffati-coldiretti-protesta-mps-torna-piazza/, ndr), il capogruppo di Forza Italia ha chiesto e ottenuto in apertura dei lavori in aula, una conferenza urgente dei capigruppo per affrontare la situazione. Proposta che non ha trovato d’accordo il capogruppo del Pd Pietro Cocco: «Capisco che il centrodestra voglia inserirsi su una vicenda sulla quale non ha avuto la possibilità di aprire bocca, ma non è assolutamente necessaria una riunione su questo tema. Stamattina abbiamo incontrato l’assessore all’Agricoltura Pier Luigi Caria, che ha preso l’impegno di fare verifica formale su quello che sta succedendo». Parole che non sono piaciute all’opposizione: «La richiesta di Pittalis è condivisibile – sottolinea il capogruppo dell’Udc Gianluigi Rubiu -. Oggi pastori sardi che non sono in regola con i contributi Inps non riceveranno nulla, c’è stato ancora una volta pressapochismo e va trovata, tutti insieme, una soluzione». Concetto ribadito dal consigliere di Fdi Paolo Truzzu: «Nella campagne la crisi è gravissima, i pastori sono ormai pronti a tutto. La richiesta della corretta posizione Inps per ricevere i fondi, è un accanimento nei confronti della categoria, serve una moratoria immediata». A sorpresa, d’accordo con la necessità di una riunione dei capogruppo sulla vertenza, il presidente di Mdp Daniele Cocco. (Api/ Dire) 12:29 18-10-17 NNNN

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn