Parco eolico, petizione e assemblea

Entra nella fase cruciale a Bitti la mobilitazione del “Comitato Santu Matzeu” intenzionato a contrastare la realizzazione del “Parco eolico Gomoretta”. Questo pomeriggio è iniziata la raccolta di firme contro il progetto presentato dalla “Siemens Gamesa Renewable Energy Italy”che ha chiesto la Valutazione di impatto ambientale al ministero dell’Ambiente per collocare dieci aerogeneratori nelle campagne di Bitti e tre in agro di Orune dell’altezza pari a 84 metri di un’altezza complessiva di 148 metri (https://www.ortobene.net/parco-eolico-comitato-no-bitti/). Entro il 26 marzo dovranno essere presentate al Ministero le controdeduzioni. Proprio in vista di questo appuntamento il Comitato del No ha indetto un’assemblea per sabato 17 marzo alle ore 18.30 nel salone parrocchiale.

Mobilitazione contro il progetto anche a Orune dove è nato il Comitato spontaneo “No parco eolico Su sartu” che ha diffuso un volantino per rivendicare un interesse pubblico: «Ci potrebbero dire che il parco sarà realizzato in terreni privati e che costoro hanno il diritto di sfruttarli come meglio credono. No, non è così», si legge infatti nel documento: «La comunità ha il dovere primario di difendere il territorio, l’ambiente e il paesaggio dagli assalti sconsiderati e dalle speculazioni, anche perché la nostra Costituzione lo affida a tutti i cittadini senza distinzione di titoli, di appartenenza o di proprietà»

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn