Onifai, tzia Luisa si vaccina a 101 anni
di Luca Monne

9 Marzo 2021

2' di lettura

C’era anche tzia Luisa Manca, la nonnina che il prossimo 8 giugno compirà 102 anni, tra i diciotto cittadini di Onifai che venerdì 5 marzo si sono recati presso il Poliambulatorio di Orosei per sottoporsi alla vaccinazione anticovid. «Uomini e donne coraggiose – li definisce il sindaco Luca Monne -, che hanno avuto la fortuna ancora oggi di guardare con i loro occhi quanto stia succedendo alle nostre vite. Alcuni di loro hanno conosciuto forse di peggio: la guerra, condizioni economiche disastrose. Poi sono arrivate le scoperte e le invenzioni, la tecnologia. Oggi, da un anno a questa parte, le abitudini sono cambiate. Mascherina sul viso, nessuna stretta di mano, al market di fiducia si entra uno alla volta, in Chiesa gli ingressi vengono contingentati. Chissà quanti di loro avrebbero solo osato pensarlo. Tutto per cercare di ritornare ad una vita libera, a quel senso di sicurezza sanitaria e sociale che sembra essersi perduta. Tzia Luisa, con fardetta e mucadore, ha aspettato il suo turno all’interno di un veicolo, la mascherina lasciava sufficientemente visibili i suoi occhi vispi e pieni di vita. La sua presenza ha suscitato la curiosità di tre gentili infermiere, felicissime di scattarsi una foto con lei. Il vaccino è andato a buon fine: “Non mi sono neanche accorta, non fa male” ha dichiarato. «Sono mattinate impegnative ma ricche di speranza – conclude il sindaco di Onifai -, ci stiamo impegnando per contattare personalmente tutti i cittadini che hanno oggi la priorità per sottoporsi al vaccino. Da subito ho notato grande interesse ed entusiasmo alle nostre chiamate: un po’ come quel gesto e quelle parole di tzia Luisa, che sanno tanto di grande responsabilità. In fondo l’entusiasmo che tutti i nostri nonnini stanno dimostrando alle nostre chiamate sono di esempio per noi giovani, anche quelli più scettici». © riproduzione riservata

Condividi
Titolo del podcast in esecuzione
-:--
-:--