Oliena, in fila alle Poste protetti dai gazebo

Gesti apparentemente piccoli che dimostrano però un grande attenzione per i problemi dei cittadini. Negli uffici postali la fila si fa all’esterno per evitare assembramenti e così il Comune di Oliena ha pensato di mitigare i disagi dell’attesa all’esterno provocati da sole e pioggia, montando alcuni gazebo grazie alla collaborazione dell’associazione di Protezione civile VAB Oliena-Nuoro: da domani fare la fila alle Poste sarà un po’ meno disagevole.

Iniziativa accompagna da tre richiami al buonsenso: «Vi chiediamo, per il bene di tutti: 1) Dotarvi, per quanto possibile, di mascherina; 2) Stare in fila ad almeno un metro di distanza dagli altri, e mantenere sempre le distanze di sicurezza, anche dagli operatori; 3) Recarvi alle Poste solo per operazioni essenziali e non procrastinabili». Su quest’ultimo punto in base a quando registrato finora anche a Oliena il Comune fa alcuni esempi di «operazioni NON essenziali monitorate: acquisto buste a 0,20 centesimi, ricariche telefoniche di 10 euro effettuate dalle stesse persone per più giorni consecutivi, ritirare poco contante al giorno per più giorni, pur di uscire di casa, richieste saldi di conto, libretti e Postepay (esistono per questo le app utilizzabili 24 su 24…), pagare bollette con scadenze tra 10 giorni… ecc.».

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn