Nuova stagione calcistica, derby in arrivo

Come ogni anno il mese di settembre sancisce la ripresa delle principali attività lavorative e scolastiche e si rimette in moto l’esercito dei dilettanti del pallone, dirigenti atleti e istruttori inseguono un pallone con lo scopo di divertirsi e quando possibile, di togliersi anche qualche gioia sportiva. Praticare attività fisica all’aperto, socializzare con persone provenienti da altre realtà, partecipare a una positiva occasione di svago sono alcuni dei motivi che spingono gli appassionati a dedicare il proprio tempo al calcio. Ma alla base di ogni partita c’è il rispetto delle regole, dell’avversario e dell’arbitro. Perchè senza l’altro, inteso come avversario e direttore di gara, non c’è contesa e quindi divertimento. Frasi apparentemente banali ma che in verità non sono scontate per chi spesso confonde il calcio dilettantisico con quello professionistico, che genera profitto e spesso odio. Chi frequenta i campi sportivi della nostra diocesi sa invece che è il volontariato a essere il motivo trainante della maggior parte delle società. Anzichè illudere i giovani su un improbabile futuro da campioni occorrerebbe insegnare loro a vivere il calcio come un vero gioco di squadra che resta un semplice e sano divertimento. Dando uno sguardo alle squadre al via della stagione, In Serie D, attuale quarta serie nazionale, la diocesi di Nuoro è rappresentata dal Budoni, che si è affidato a Gianluca Hervatin dopo la fine del ciclo di Raffaele Cerbone, il direttore sportivo Renzo Oggianu spera nella salvezza e nella valorizzazione dei giovani locali in rampa di lancio.
In Eccellenza attesa per il ritrovato derby tra Nuorese e Taloro (nella foto in alto) previsto a fine mese, i verdeazzurri hanno voltato pagina, dopo Michele Artedino alla presidenza è arrivato Maurizio Soddu, in panchina torna una vecchia conoscenza del Quadrivio, Antonio Prastaro che ha già vinto il campionato sull’erba del Frogheri, entusiasmo e voglia di alta classifica per Fabio Cocco e compagni che avranno come rivale il Carbonia, altra nobile decaduta del calcio isolano. A Gavoi compleanno importante, per il ventesimo anno di fila si gioca in Eccellenza, massimo torneo regionale, mentre si completano i lavori per la sistemazione del manto sintetico al Maristiai, si riparte da Romano Marchi in panchina per la terza stagione di fila, e da Roberto Mele che da 18 stagioni è una bandiera della squadra rossoblu.
In Promozione c’è sempre il Fonni che ha confermato Michele Cannas in panchina con lo zoccolo duro composto da atleti del posto e un settore giovanile sempre pronto a sgambettare sull’erba del comunale dedicato a Peppino Mulas. Altro derby da seguire subito alla prima giornata quello tra Montalbo Siniscola e Posada, dopo la fusione e il ritorno in Promozione la società ha chiamato in panchina Homar Farina ex allenatore del Posada, un altro gradito ritorno in panchina quello di Michele Tamponi già allenatore di Dorgalese Tortolì e Tonara che ha accettato la proposta della società guidata da Gian Pietro Porcheddu, terza stagione di fila in promozione cosa mai avvenuta nella storia del sodalizio.
In Prima categoria Corrasi, Bittese, Ovodda e Ollolai tengono alti i colori della Barbagia calcistica, mentre dopo la retrocessione la Dorgalese riparte dal lavoro del tecnico locale Sergio Cucca .
In Seconda categoria Orani, Oniferese, Supramonte Orgosolo, Calagonone, Fanum Orosei, Lulese e Tuttavista di Galtellì sono state inserite in un unico girone con formazioni del Goceano, del Marghine e dell’Alto Oristanese, campionato più corto con 14 squadre al via ma non mancano le motivazioni per disputare tornei di vertice.
Numerosi anche i giovani impegnati nei principali campionati giovanili regionali, a Nuoro le più attive sono Polisport, Atletico e Puri e Forti, che pur alle prese con la cronica assenza di impianti adeguati alla aspettative di tecnici e talenti, partecipano ai principali campionati regionali offrendo una vetrina importante ai tantissimi ragazzi che vedono nel pallone un buon motivo di aggregazione.

© riproduzione riservata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn