Traballa la giunta Soddu

Venti di crisi sulla giunta civica di Nuoro. Il Consiglio comunale convocato per stamattina che doveva approvare la variazione al bilancio è saltato per mancanza del numero legale rinviando un passaggio politico delicatissimo perché su quella delibera di giunta pesa il voto contrario dell’allora assessora al Bilancio Lina Denti, dimessasi una settimana fa e la cui delega è stata assunta ad interim dal sindaco Andrea Soddu. Vistosa l’assenza dei quattro consiglieri sardisti, gruppo che esprime gli assessori Antonio Belloi e Giuliano Sanna che pare avessero già avvisato il primo cittadino di una decisione mirata a sbloccare una verifica politica ferma  da mesi. Il Consiglio si riunirà in seconda convocazione domani alle 15. Si attende una presa di posizione ufficiale da parte del sindaco e della maggioranza, rinuniti in tarda mattinata per stilare un documento unitario.

Aggiornamento/1: ecco il testo del comunicato firmato dal sindaco Andrea Soddu alle e divulgato alle ore 15.01 odierne:

Oggi è saltata la seduta del Consiglio Comunale. Si è verificata l’assenza di alcuni consiglieri  della stessa maggioranza, tra cui, senza giustificato motivo, tutti quelli appartenenti ad una singola forza politica. La seduta del Consiglio è stata aggiornata a domani. Il Sindaco, sentita la maggioranza, fa un appello al senso di responsabilità dei singoli consiglieri affinché si recuperi lo spirito di squadra in un periodo in cui occorre un impegno suppletivo da parte di tutti per portare avanti gli importanti progetti in favore della comunità. Progetti ai quali si è lavorato duramente in questi anni e che ora devono essere realizzati con entusiasmo, ma soprattutto coraggio e serietà. Allo stesso tempo però, si vuole far presente che quel senso di responsabilità che ci ha caratterizzato fin dall’origine ci impone anche di non volere rimanere in carica a tutti i costi, se non per l’interesse della città.

Aggiornamento/2 comunicato gruppo consiliare Psd’Az

Alle 18,08 il gruppo consiliare del Psd’Az ha emesso il comunicato che riportiamo con un chiarimento sull’ordine del giorno della seduta odierna riproposto in seconda convocazione per la riunione di domani alle 15 quando non sarà necessaria la presenza di almeno la metà più uno dei consiglieri. In particolare appare molto delicato il primo punto: “Variazione finale al bilancio finanziario di previsione 2017-2019 e ripiano del maggiore disavanzo ex art. 188 del d.lgs 267/2000 e ss.mm.ii. – Ratifica deliberazione della Giunta Comunale n. 323 del 29.11.2017”. Delibera che ha visto in Giunta il voto contrario dell’allora assessore al Bilancio Lina Denti. Controverso anche il terzo punto che riapre la possibilità, viste le difficoltà riscontrate anche per la mancanza di personale, di riaffidare all’ex Equitalia la riscossione delle entrate comunali che nel marzo dell’anno scorso si era deciso di municipalizzare: “Estensione possibilità di affidamento dell’attività di riscossione delle entrate comunali al nuovo soggetto preposto alla riscossione nazionale denominato Agenzia delle Entrate- Riscossione (AdER). Proposta”.

Ecco il comunicato firmato dai consiglieri comunali sardisti  Adriano Catte, Claudia Camarda, Viviana Brau e  Graziano Siotto.

Visto il clamore suscitato dall’assenza del gruppo consiliare del PSd’Az alla seduta di Consiglio Comunale, con la presente lo stesso intende ribadire che non è mai stato messo in discussione il sostegno leale al Sindaco nell’attuazione del programma di Governo né l’appartenenza del PSd’Az alla coalizione di Maggioranza, della quale è anzi parte attiva e propulsiva dell’azione politica e amministrativa. Pertanto, trovandoci già al giro di boa del mandato di legislatura, appare irrinunciabile un rilancio deciso dell’azione amministrativa, al fine di proseguire in maniera proficua alla realizzazione di quei progetti ai quali il PSd’Az tanto ha contribuito con la serietà, la determinazione e quel senso di responsabilità che ci ha sempre contraddistinto. La mancata partecipazione del gruppo ai lavori dell’odierno Consiglio Comunale è esclusivamente da ricondursi, quindi, a un necessario approfondimento dei delicati argomenti all’ordine del giorno.

© riproduzione riservata