Nuoro: «Tasse comunali sospese ma chi può versi»

Arrivano anche dal Comune di Nuoro i primi interventi a sostegno dei cittadini in difficoltà per l’emergenza Coronavirus accompagnati però da un appello ai contribuenti con minori problemi a effettuare i versamenti previsti per non incidere sulla situazione di cassa. La Giunta – informa una nota – ha approvato la sospensione dei termini per il versamento di tributi, tasse, imposte locali e canoni, nonché le entrate provenienti dai servizi comunali, le cui scadenze sono comprese tra il 1° marzo e il 30 maggio 2020. I pagamenti sono rimandati, quale prima scadenza utile, al 31 maggio 2020 (salvo nuove disposizioni), senza l’applicazione di sanzioni per tardivo pagamento e facendo comunque salva la possibilità per gli utenti di pagare entro i termini stabiliti in origine. «Una misura adottata nell’ottica del sostegno economico ai cittadini – si legge nel comunicato –  con un pensiero particolare a quelle attività commerciali e produttive che stanno attraversando gravi criticità economiche dovute, in tanti casi, all’azzeramento delle entrate. Nello stesso spirito di collaborazione e responsabilità, l’invito dell’amministrazione è comunque al buonsenso da parte di chi si trova nella condizione di onorare le scadenze stabilite prima dell’emergenza».

Sempre la Giunta  ha adottato altre misure di sostegno, quali l’esonero dal versamento delle rette per gli asili e l’azzeramento delle fatture pendenti: «Tutti provvedimenti doverosi che però incidono pesantemente sul bilancio dell’ente, che (al di là dell’emergenza) deve comunque garantire l’erogazione dei servizi tuttora attivi. Si chiede pertanto responsabilità e senso civico – conclude il comunicato del Comune – a quei cittadini che meno di altri stanno subendo le conseguenze del momento che stiamo attraversando».

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn