Comuni senza bilancio, ultimatum da Cagliari

Venti giorni per approvare il bilancio di previsione 2017-2019 pena la nomina di un commissario ad acta per predisporre i documenti contabili e, contemporaneamente, avviare le procedure per lo scioglimento dei Consigli e degli organi degli enti. Non lascia molto spazio a dubbi e altri rinvii la nota fatta recapitare ieri, dall’assessore regionale agli Enti locali Cristiano Erriu, tra i 26 inadempienti di tutta la Sardegna, ai Comuni di Nuoro e Oliena, alla Comunità montana Nuoro-Gennargentu-Supramonte-Barbagia e al Consorzio universitario di Nuoro. La lettera è stata inviata anche a Bitti dove, comunque, il bilancio è stato approvato lo scorso 22 maggio. Una vero e proprio aut-aut che, soprattutto nel capoluogo, costringe la Giunta Soddu a uscire allo scoperto soprattutto dopo il mancato accoglimento da parte della Regione degli appelli del sindaco Soddu per un intervento in grado di sanare i 50 milioni di euro di debito derivante soprattutto dagli espropri. All’interno della maggioranza non mancherebbero i problemi e le tensioni soprattutto sulla proposta – resa pubblica nei giorni scorsi dal consigliere di opposizione Pierluigi Saiu – di rincarare del 25 per cento le rette degli asili, mense scolastiche, trasporti studenti e servizi ai disabili.