Nuoro, lavori pubblici e Piano periferie

Viste le notizie arrivate da Roma sull’accordo Governo Anci per il recupero dei fondi del Piano periferie che riguarda 96 città e pur in attesa di veder formalizzato quell’impegno nella legge di bilancio, il Comune avanti porta avanti i suoi progetti. Venerdì 26 ottobre, infatti la Giunta presieduta dal sindaco Andrea Soddu ha  approvato il progetto definitivo dell’intervento denominato “Riqualificazione degli involucri esterni e degli spazi relazionali del complesso delle strutture sportive di via Lazio (piscina e palestra Coni)”.
La Giunta delibera di approvare il progetto definitivo, predisposto dall’ingegner Ivan Peddio per un importo complessivo di 500 mila euro di cui 235 mila per lavori comprensivi, 15 mila per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso e 265 mila per somme a disposizione dell’Amministrazione. In delibera la Giunta ha dato atto che  «alla spesa complessiva di 500 mila euro si farà fronte con i fondi concessi con il Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie, di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 maggio 2016 (Graduatoria Bando Periferie) con la quale si è provveduto all’istituzione di nuovo capitolo a destinazione vincolata all’interno del bilancio dell’anno in corso. Sempre il 26 ottobre la Giunta ha deliberato inoltre di approvare il progetto di fattibilità tecnico-economica dei lavori di riqualificazione architettonica e ristrutturazione straordinaria delle palestre della scuola media n. 1” per un investimento totale di 370 mila euro, che dovranno essere utilizzati per l’attuazione dei lavori, del piano sicurezza e delle misure necessarie all’amministrazione. Approvato, inoltre, il progetto definitivo-esecutivo dei lavori relativi al Programma di Sviluppo Rurale 2014–2020 che prevede nello specifico con un investimento di 200 mila euro la sistemazione delle strade di penetrazione agraria Sa Murta-Toddotana e Sa Badde de sa Murta- S’Ascussorgiu. Infine, sempre nella seduta del 26 la Giunta ha approvato – decisione non citata nel comunicato stampa – il progetto esecutivo di variante al primo stralcio dei lavori adeguamento del campo bocciofilo. Un intervento da oltre 43 milioni resosi necessario dopo i lavori di costruzione della rotonda tra viale Sardegna e via Lamarmora che ha portato alla demolizione di una parte dei locali accessori dell’impianto sportivo. «Si è reso pertanto necessario procedere, in variante al progetto originario – si legge nella delibera – a rideterminare ed adeguare la superficie residua che costituisce il primo stralcio per garantire la minima funzionalità nel reparto spogliatoi, in attesa di esecuzione dell’intervento completo che possa garantire la funzionalità dell’impianto nella sua interezza».

«Grazie alla predisposizione di queste misure stiamo continuando a mantenere fede ai nostri impegni e ai progetti cari alla città, con un’attenzione particolare anche alla viabilità rurale e forestale che rappresenta una infrastruttura importante per il nostro settore produttivo», dice Andrea Soddu, «si sta procedendo a dar seguito al programma del Piano delle periferie con il progetto di riqualificazione delle strutture sportive di via Lazio: la piscina e il Coni. Un progetto che si concentra molto sull’investimento in un quartiere degli anni ’60 seguendo la filosofia che vede mettere al centro dei processi sociali i driver dello sport e della cultura del benessere». Il sindaco esprime soddisfazione anche per la delibera che permetterà il restauro delle palestre della scuola media numero 1: «Una scuola che abbiamo consegnato completamente ristrutturata a maggio – sottolinea infatti Soddu – e sulla quale vogliamo continuare a investire per sostenere quell’orientamento di una scuola media anche a indirizzo sportivo. La nostra amministrazione vuole mettere al centro le periferie, la scuola, lo sport, il benessere e tutti quei valori culturali capaci di valorizzare le risorse del territorio, a partire da quelle umane».