La festa di San Paolo

La festa di San Paolo nel rione cittadino di Monte Gurtei avrà quest’anno, come per le altre feste patronali, un tono diverso: l’emergenza sanitaria ancora in atto, infatti, ha portato all’annullamento delle manifestazioni civili. Il percorso già avviato dai giovani priori Francesco Cocco e Simonetta Monni si è dovuto interrompere mentre il peso dell’emergenza si fa sentire in quelle zone più popolose del rione, tra viale Repubblica e viale Costituzione, a ridosso di Badu ’e Carros. La parrocchia è un punto di riferimento per un quartiere che da anni guarda alla festa del Santo come appuntamento di aggregazione e di profonda devozione. Il parroco don Riccardo Fenudi non ha potuto che prendere atto della situazione e dei divieti imposti dalle autorità. Allo stesso tempo ha anche assunto la decisione di rinnovare la fiducia ai due giovani priori anche per il 2021. Francesco Cocco e la moglie Simonetta sono già proiettati al prossimo anno che si spera possa avere il sapore del ringraziamento e della ripresa della vita comunitaria per l’intero quartiere e per la città.
Non vengono sospesi, naturalmente, gli appuntamenti religiosi, con la Novena dal 20 giugno al 29, giornata della Messa solenne presieduta dal Vescovo Antonello Mura. Durante la Novena ci saranno momenti di adorazione e riflessione per tutte le età, sarà anche l’occasione per ricordare i due sacerdoti, don Pietro Muggianu e don Giovanni Melis, portati via dal Virus, legati da tempo alle attività parrocchiali. E nel cuore di questo vasto quartiere è rimasto don Salvatorangelo Chessa, mai dimenticato e ancora punto di riferimento intellettuale e religioso, il cui ricordo avrebbe avuto largo spazio durante la festa di San Paolo.
«Per noi – sostengono i priori – ha comunque un significato profondo la celebrazione e il raccoglimento di spiritualità attorno al Santo. E guardiamo con speranza all’orizzonte del prossimo anno. Ci ritroveremo con più forza e più convinzione».

© riproduzione riservata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn