Nuoro, apre il Centro sollievo Alzheimer

Annunciata oggi 8 maggio 2017 a Nuoro in una conferenza stampa nella sede della cooperativa Progetto Uomo, l’apertura del  Centro di sollievo-Informazione-Formazione per le persone affette da demenza e dal morbo di Alzheimer che inizierà l’attività grazie al contributo della Fondazione di Sardegna. Partner del progetto saranno l’ assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Nuoro, l’ Azienda per la tutela della salute (ex Asl), l’ associazione Alzheimer Nuoro, ConfCooperative Nuoro Ogliastra e il Consorzio Solco. Il territorio nuorese è completamente sprovvisto a fronte di 1800 casi di Alzheimer diagnosticati al 31 dicembre 2016 nel Distretto Sanitario di Nuoro (patologia con ben 400 nuovi casi rispetto al 2014). Il progetto-pilota vuole essere una prima soluzione per le famiglie che si trovano a gestire questa emergenza attraverso la costruzione di una rete tra attori istituzionali, partner privati, famiglie, creando un luogo fisico di accoglienza, di assistenza, di tutela per gli Anziani, ma anche di informazione e formazione per i familiari e collaboratori (assistenti, domiciliari, badanti..) chiamati, talvolta senza alcuna preparazione, a gestire questa patologia invalidante e degenerante. L’ equipe del Centro di Informazione e Sollievo Alzheimer  che sarà ospitato nei locali della cooperativa Progetto Uomo di via Galilei, 2., coordinata da un tutor sociale, sarà composta da uno psicologo, da un educatore professionale, un animatore sociale, un operatore socio-sanitario che garantiranno costantemente la loro presenza nei giorni di apertura del centro, che inizialmente aprirà per dodici utenti e due pomeriggi la settimana: martedì e giovedì, ma che conta di estendere il servizio per quattro pomeriggi la settimana e di potenziare il numero degli utenti. L’iniziativa è stata presentata dal presidente di Progetto Uomo Rosaria Guiso, dall’ assessore comunale ai Servizi Sociali Valeria Romagna e da Badora Conchedda fondatrice e presidente dell’ associazione Alzheimer Nuoro, come un “grande traguardo” che consentirà a tante persone di ricevere servizi essenziali, quali percorsi di riabilitazione cognitiva e psicologica, attività di socializzazione ricreativo-culturali individuali e di gruppo, ma anche momenti di studio e di formazione per i familiari, gli operatori, sugli aspetti della malattia”. Nel sito della cooperativa Progetto Uomo (http://www.progettouomonuoro.org/1/novita_4361324.html)  ma anche in quello istituzionale del Comune di Nuoro, dell’ Azienda Tutela della Salute (ex ASL) tutte le informazioni, le modalità di accesso e la modulistica.