Numero 22, anticipazioni

Una riflessione sulla mercificazione del corpo apre il nuovo numero del settimanale diocesano. In primo piano la cronaca cittadina con la scelta dell’amministrazione comunale, quantomeno discutibile, di trasformare il Giardino Alzheimer in Parco urbano. Spazio anche alla premiazione del giovane Alessio Sale al concorso indetto dalla Polizia sulla legalità e al progetto di recupero dell’area di Su Pinu da parte dell’associazione OrthobenEssere.
Nelle pagine di attualità ampia intervista al sociologo Robero Cipriani, autore dello studio sulla religiosità in Italia intitolato L’incerta fede. Un buon punto di partenza, se si sceglie di prenderlo in considerazione, anche per il prossimo Sinodo della Chiesa italiana.
Due ritratti sono dedicati al preside Sebastiano Pili e al bittese Giorgio Deledda. Dai paesi segnaliamo la nuova onorificenza concessa dal presidente della Repubblica al sarulese Renzo Moro, l’impegno della Protezione civile di Orani, l’iniziativa del Comune di Bitti che per tutto il mese di giugno apre gratuitamente le porte di musei e siti archeologici come “torratura” a chi ha prestato il proprio aiuto al paese colpito dall’alluvione.
Nelle pagine della vita ecclesiale il Meic rinnova il proprio impegno mentre padre Edmund Power offre una lettura della tesi dottorale di don Stefano paga dedicata a Gregorio Magno appena pubblicata da Cantagalli.
Le rubriche e i commenti completano il numero da oggi in edicola.

© riproduzione riservata