Morti sul lavoro, la nota Anmil
di Redazione

29 Luglio 2021

2' di lettura

«Siamo alla pandemia nella pandemia. Altre due vittime sul lavoro ieri in provincia di Nuoro che per numero di incidenti balza ai primi posti in Italia». Così, in una nota, il presidente di Anmil Nuoro Michele Tatti ha commentato la tragica morte di Marino Terrezza (nella foto), il poliziotto travolto da un’auto sulla 131dcn all’altezza di Posada, e quella di Giovanni Congiu, ucciso dal trattore nelle campagne di Oliena.  «Mentre tra l’altro ci sentiamo vicini in queste ore a chi rischia la vita per salvare la Sardegna dagli incendi, come Anmil – prosegue la nota – ci permettiamo di ricordare l’impegno di chi non può, non deve o non vuole andare in ferie o ricorrere allo smart working. Nel dolore di queste ore, rivolgiamo innanzitutto un appello alla prudenza e al rispetto delle norme di sicurezza, ripromettendoci di valutare le risposte istituzionali sollecitate a tutti i livelli anche nel recente vertice del Comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico convocato dal prefetto di Nuoro Luca Rotondi lo scorso 17 giugno – conclude Tatti – in seguito proprio alla recrudescenza degli incidenti sul lavoro».

Condividi
Titolo del podcast in esecuzione
-:--
-:--