Misure di solidarietà, ecco i buoni spesa

Anche il Comune di Nuoro mette a disposizione dei propri cittadini le Misure e risorse per la solidarietà alimentare e beni di prima necessità.
I cittadini residenti nel Comune che si trovano in situazioni di difficoltà a causa dell’emergenza epidemiologica e si trovano sprovvisti de beni di prima necessità possono presentare la domanda per accedere agli interventi.
La misura dispone l’erogazione di buoni spesa del valore di 10 euro validi per l’acquisto di beni di prima necessità.
Il numero di buoni spesa – si legge nel documento firmato dalla dirigente Maria Dettori –  è stabilito in base al numero dei componenti del nucleo familiare, in base alla presenza nello stesso nucleo di figli minori, persone con invalidità e anziani non autosufficienti. I buoni spesa, possono essere erogati ai nuclei che fanno richiesta e/o fino ad esaurimento della somma a disposizione dell’Ente. I buoni sono da utilizzare presso gli esercenti iscritti ad un elenco reso pubblico dall’Amministrazione.
NUCLEO FAMILIARE
1-2 componenti: Max. 200 €
3-4 componenti: Max. 350 €
4-6 componenti: Max. 450 €
Oltre 6 componenti: Max. 500 €
Il modulo è disponibile per la compilazione on-line (link a fondo pagina). Potrà essere presentata una sola istanza per nucleo familiare.
Gli esercizi commerciali autorizzati all’accettazione dei buoni spesa potranno fornire esclusivamente beni di prima necessità, quali alimenti, farmaci, parafarmaci, prodotti per l’igiene e la pulizia personale e della casa, materiale didattico per figli minori.
(Sono escluse dai buoni tutte le bevande alcoliche di qualsiasi genere e i prodotti non compresi nelle categorie suddette).
I cittadini che hanno difficoltà a fare la domanda on-line, potranno rivolgersi:
– ANTONELLA MURRU – Tel. 0784216720 – E-mail antonella.murru@comune.nuoro.it
– GAVINA DEIANA – Tel. 0784216982 – E-mail gavina.deiana@comune.nuoro.it
– Servizio d’Ascolto “AttiviSolidali” del Comune di Nuoro, ai n° 3939053738 e 3666720253

«Oggi, grazie al contributo della Protezione civile nazionale, riusciamo a dare un’altra risposta ai cittadini, dopo l’attivazione della rete “AttiviSolidali”, la sospensione delle imposte comunali e l’esonero dal pagamento delle rette per gli asili», così commenta il sindaco Andrea Soddu. «Il mio appello ai concittadini che usufruiranno dei buoni spesa – aggiunge – è che acquistino soprattutto prodotti locali per aiutare la nostra economia in questo momento difficile. Sappiamo bene che non si tratta di un intervento risolutivo e che abbiamo ancora tanto da fare. Nessuno deve rimanere escluso. L’amministrazione – conclude il sindaco – continuerà a fare tutto il possibile per affrontare l’emergenza e le sue conseguenze, sia economiche che sociali».

© riproduzione riservata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn