Mille euro al mese spesi per gioco

I sardi sono schiavi del gioco d’azzardo: è quanto si evince della lettura dei dati forniti dall’Agenzia Dogane e Monopoli su scala nazionale. In Sardegna, con la provincia di Nuoro (Ogliastra compresa) al terzo posto dopo Sassari (con la Gallura) e la città metropolotana di Cagliari, almeno due terzi della spesa finiscono dentro le slot con un’infinità di giochi e possibilità di puntata differente a seconda della disponibilità o del grado di dipendenza. Vere e proprie macchine demenziali che ingoiano un fiume di denaro impressionante che viene fuori dal portafogli di giocatori di tutte le età, uomini e donne, che davanti alle macchinette trascorrono anche serate intere. I dati consolidati della spesa per il gioco nel 2018 offrono il quadro di un fenomeno particolarmente diffuso nell’Isola, tra slot, videopoker, gratta e vinci, superenalotto e altri giochi, una cifra impressionante, si è speso per l’esattezza 1miliardo 648milioni 854mila 251,44 euro, 10 milioni circa in più rispetto al 2017. Se si fa una media con il numero degli abitanti, viene fuori che ogni sardo all’anno ha investito al gioco 1005 euro, l’equivalente di uno stipendio base.
Ecco spuntare tra le province, quella di Nuoro al terzo posto con 178milioni spesi e 126 vinti mentre l’Atene sarda è al quarto posto tra i capoluoghi con 50milioni. Tra i comuni del Nuorese, che in questa speciale classifica comprende anche l’Ogliastra, vince Tortolì che spende 13 milioni mentre al secondo posto c’è Siniscola con 11,5 milioni e Macomer al terzo con 8,7. Partendo dalle cifre esatte di soldi spesi e vincite della città sede della cattedra vescovile, compiamo adesso un viaggio, in ordine alfabetico, tra le comunità della diocesi partendo proprio dal capoluogo barbaricino dove, con esattezza si spendono 50.361.242,35 di euro per vincite pari a 35.796.323,03. A Bitti per una spesa totale di 1.469.512,80 di euro se ne vincono 993.070,60 mentre a Bolotana il rapporto è di 1.515.777,26 rispetto a vincite per 1.086.868,04 di euro. Bortigali spende 486.926,57 euro per vincerne 328.025,26 mentre Budoni, solo con il Lotto spende 114.288,00 euro per vincerne 75.797,81. A Dorgali un dato particolarmentealto, infatti vengono spesi 5.191.665,10 di euro per vincerne 3.625.216,05 mentre i fonnesi spendono 1.451.103,08 di euro arrivando a vincere fino a 1.081.531,53. A Galtellì, antica sede della diocesi, si spendono in giocate 1.647.829,66 di euro per vincite pari a 1.180.476,32 mentre Gavoi ne spende 1.707.272,18 per vincerne 1.263.894,70. Irgoli, in Baronia spende 768.765,97 euro e ne vince525.923,62 mentre la vicina
Loculi 347.027,08 per vincerne 224.938,61. Lodine spende in un anno 248.984,83 euro e ne vince 181.071,45 mentre un dato significativo è stato registrato a Lodè dove in giocate si spende 1.077.943,15 di euro per vincerne 750.281,14. Lula spende 1.116.286,09 di euro e ne vince 771.609,02 mentre Mamoiada, paese dei Mamuthones ne spende 1.342.395,35 per vincerne 951.238,48. A Oliena un altro dato sensibile con 4.400.843,80 di euro spesi in gioco d’azzardo che portano a vincite pari a 2.948.340,47 passando poi ad Ollolai che per 702.702,38 euro spesi ne vince 526.936,82. A Olzai vengono giocati 282.788,19 euro e se ne vincono 195.311,44 mentre a Onanì ci si gioca fino a 53.276,40 euro per vincerne annualmente 36.153,81. Tornando alla Baronia, Onifai spende 916.544,85 euro vincendone 651.647,79 mentre a Orosei si registra un altro dato particolarmente sensibile con 5.848.467,25 di euro spesi a fronte di 4.171.252,80 di euro di vincite. A Oniferi, invece, ci si gioca esattamente 437.575,74 euro e se ne vincono 309.009,99 mentre a Orani la cifra è alta e si aggira intorno ai 2.556.901,97 di euro per vincerne 1.877.187,18 così come a Orgosolo dove per 3.513.448,94 di euro spesi se ne vincono 2.454.888,44. A Orotelli si arriva a giocare fino a 1.833.531,81 per vincite pari a 1.282.391,62 di euro mentre Orune ne spende 1.487.532,86 per vincerne 1.072.067,79. Ottana spende 2.876.473,19 di euro e ne vince 2.079.966,11 mentre Posada arriva a giocare fino a 2.705.585,53 di euro vincendone 1.981.762,36. Sarule registra una spesa di 1.658.657,36 di euro e vincite pari a 1.113.235,26 mentre un dato altissimo si registra a Siniscola dove per 11.572.257,48 di euro spesi se ne vincono 8.941.765,37. Chiude Torpè con giocate fino a 2.392.051,05 di euro e vincite pari a 1.781.311,14.
Andando ad analizzare i dati della diocesi sorella di Lanusei, si può evincere come sia Tortolì ad avere il dato più alto in assoluto di tutto il Nuorese e dell’Ogliastra con giocate pari a 13.279.155,87 di euro e vincite 9.372.507,93. Lanusei fa registrare invece giocate per 3.440.624,75 di euro e vincite per 2.386.365,92. Segue Bari Sardo con 3.394.265,74 di euro giocati e 2.428.555,49 di euro vinti e Lotzorai con giocate per 3.277.947,61 di euro e vincite pari a 2.364.137,88. Andiamo a chiudere l’esposizione dei dati con Jerzu che gioca fino a 2.867.232,37 di euro e ne vince 1.841.906,84.

© riproduzione riservata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn