Militari pellegrini ai piedi del Redentore

Trascorreranno la notte nella colonia di Solotti i partecipanti al secondo pellegrinaggio militare che oggi hanno affrontato la terza tappa, la più dura: 18 chilometri dal Centro di spiritualità di Galanoli nel cuore del Supramonte di Orgosolo fino alla salita, da Sa Mendula, verso Nuoro con sosta di preghiera nella chiesa de Le Grazie dove sono stati accolti dal parroco padre Giuseppe Magliani e, quindi, gambe in spalla per l’Ortobene.

Sosta di preghiera a Nuoro Le Grazie

Domani – mercoledì 27 marzo –  la conclusione: di primo mattino da Solotti la salita verso il Redentore per l’omaggio al Principe della Pace, poi nella chiesetta di San Giovanni Gualberto la recita della Preghiera del Forestale, quindi la discesa, percorrendo il Sentiero 101 verso Nuoro. Alle 11,30 inella Cattedrale  di Santa Maria della Neve la conclusione del pellegrinaggio con la Santa Messa che sarà celebrata da, monsignor Santo Marcianò, Ordinario Militare per l’Italia e da monsignor Mosè Marcìa, vescovo di Nuoro unitamente ai cappellani militari isolani e alla presenza delle più alte autorità civili e militari dell’a Sardegna e delle rappresentanze delle quattro Forze Armate, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, della Polizia Penitenziaria e della Guardia Forestale che ha tracciato il percorso del pellegrinaggio. Al termine la Coldiretti Nuoro-Ogliastra saluterà i partecipanti con un momento conviviale a base di prodotti locali di “Campagna Amica“.

Celebrazione iniziale nella Basilica dei Martiri a Fonni

La seconda edizione del Pellegrinaggio Militare Interforze   – ricorda in una nota l’ufficio stampa del Comando regionale Esercito Sardegnaè partito domenica 24 marzo scorso dalla chiesa della Madonna dei Martiri di Fonni (NU). La giornata, è stata preceduta dalla funzione religiosa presieduta da padre Mariano Asunis, e concelebrata unitamente ai cappellani militari delle altre Forze Armate e della Guardia di Finanza,  dai parroci don Antonello Solinas e padre Giuseppe Carta  presso il Santuario  della Madonna dei Martiri, alla presenza del comandante del Comando Militare Esercito Sardegna, generale di Corpo d’Armata Giovanni Domenico Pintus, del sindaco di Fonni Daniela Falconi, di altre autorità civili e militari, della popolazione fonnese.

Foto di gruppo prima della partenza da Fonni

 Al termine della solenne funzione i pellegrini, accompagnati da una numerosa  rappresentanza della comunità, hanno  percorso  il cammino raggiungendo  il santuario della  Madonna della Itria di Gavoi, proseguendo nella giornata successiva dal santuario della Madonna di Itria ai santuari di Santi Cosma e Damiano presso Mamoiada fino a raggiungere il Centro di spiritualità di Galanoli ad Orgosolo percorrendo itinerari ricchi di flora e fauna locale, pregni di storia e memoria, che in passato erano appannaggio pressoché esclusivo dei pastori.

Foto di gruppo a Galanoli prima della partenza per l’Ortobene