Migranti, concorso dedicato a Graziano Deiana

Un concorso riservato agli studenti delle scuole superiori sui temi dell’accoglienza dei richiedenti asilo e dei titolari di protezione internazionale, delle minoranze e dei diritti umani che la Regione ha voluto dedicare a Graziano Deiana, per vent’anni, sino al 2015, sindaco di Mamoiada, scomparso all’età di 67 anni lo scorso 23 marzo (https://www.ortobene.net/6739-2/). Un omaggio dovuto «all’impegno civile per il riconoscimento dei diritti dei più deboli e per la difesa delle persone discriminate che ha sempre caratterizzato la sua attività amministrativa», ulteriormente rafforzato dalla decisione di fissare proprio a Mamoiada per il 12 dicembre la cerimonia di premiazione. «Graziano Deiana – ha spiegato l’assessore degli Affari Generali con delega sui flussi migratori Filippo Spanuè stato un instancabile sostenitore della democrazia e di tutte le forme di partecipazione attiva e ha aperto la strada a un modello politico a cui tanti amministratori si sono successivamente ispirati, basato sull’effettiva partecipazione e sul coinvolgimento dei cittadini alla vita della comunità. Abbiamo voluto ricordarlo attraverso questo concorso che nasce con l’intento di promuovere il confronto e la conoscenza reciproca tra giovani di mondi diversi che devono necessariamente incontrarsi e dialogare».

Il concorso “Graziano Deiana” è finalizzato all’ideazione e alla realizzazione di progetti originali: illustrazioni, cortometraggi; documentari, murales; laboratori, video musicali, festival, mostre, tornei sportivi. «Vogliamo stimolare – sottolinea Spanu la fantasia e la creatività degli studenti su argomenti che sono parte integrante della vita quotidiana e sui quali è opportuno riflettere nel quadro di una società che deve essere più aperta e tollerante. Il concorso mira a favorire l’incontro, la coesione sociale e la socializzazione tra gli studenti, i migranti e la cittadinanza e contrastare linguaggi e atteggiamenti discriminatori che rafforzano stereotipi e pregiudizi nei confronti dello straniero. Questa iniziativa nasce dal progetto “La Regione incontra le scuole” ancora in corso con incontri negli istituti superiori finalizzati a fornire corrette informazioni sul fenomeno migratorio». Ogni istituto superiore della Sardegna può presentare fino a tre proposte con il coinvolgimento di diversi studenti entro le ore 12 di martedì 27 novembre, allegando alla domanda di partecipazione un video di presentazione della durata massima di 5 minuti per illustrare il progetto e le sue motivazioni. Le migliori dieci proposte saranno premiate con un contributo tremila euro da destinare alla realizzazione del progetto.

Maggiori informazioni e chiarimenti sul concorso possono essere richiesti all’indirizzo di posta elettronica  unitaaccoglienzamigranti@regione.sardegna.it o consultando il sito istituzionale della Regione al link http://www.regione.sardegna.it/flussimigratorinonprogrammati.