Manca l’acqua, affidiamoci al Redentore

Un consigliere comunale che non riesce a lavarsi il viso, lo stesso che ha presentato una mozione per la gestione delle emergenze idriche a Nuoro. Paolo Fadda, residente a Monte Gurtei, ha fatto quello che fa ogni cittadino: chiamare il numero di Abbanoa. Ecco il suo racconto che dimostra quanto, oltre i problemi di approvvigionamento,  la vera questione l’informazione. Acqua tornata nei rubinetti dopo alcune ore con il disservizio che avrebbe interessato solo alcune vie. Il problema, quindi resta quello delle mancate informazioni che può diventare anche psicosi.

Ore 9,00: non c’è acqua nei rubinetti;
Ore 9,15: giro di telefonate e messaggi per capire che non c’è acqua in tutta la zona;
Ore 9,30: 800022040 – Segnalazione Guasti Abbanoa. “Resti in attesa, un nostro operatore le risponderà dall’Italia il prima possibile”;
Ore 9,31: Lei è il diciannovesimo cliente in coda. Prego attendere;
Ore 10,00: Lei è il settimo cliente in coda. Prego attendere;
Ore 10,15: Lei è il primo cliente in coda. Prego attendere;
Ore 10,20: “Abbanoa, prego” – “Salve sono un cittadino chiamo da Nuoro, volevo chiedere come mai nei rubinetti non c’è acqua stamattina?” – “Non c’è acqua?” – “ehm no” – “e da quando?” – “credo da stamattina” – “ah bo non ci hanno segnalato nulla, io non so nulla, comunque segnalo chiaramente!”

Continuo a pensare a tzia Jubanna Santupredina, a Zenia da Pred’Istrada e a tziu Pascale da San Paolo, all’ operatore che in un ora deve eseguire l’igiene al disabile a letto, continuo a pensare al barista contento che a Nuoro questo pomeriggio verrà tanta gente..
Continuo ad aspettare vertici potenti ma nel frattempo, da nuorese mi invoco a chi sta ancora più in alto: “dae Custu artu pranu, una mirada benigna, donae a s’ affligida Sardigna, o Redentore Soberanu” ❤️

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn